Vende online auto usate sottoposte a sequestro: romeno in manette

L’uomo è un cittadino romeno di 37 anni. Le auto in vendita tutte nella zona del quartiere Laurentino. Piovute multe per 30mila euro

Vendeva illegalmente online auto usate sottoposte a fermo e sequestro amministrativo. A scovarlo sono stati gli investigatori della Polizia Locale di Roma Capitale. Nei guai è così finito un romeno di 37 anni, che aveva pubblicato su un noto portale di annunci, a prezzi stracciati, alcuni veicoli. È stato individuato mentre era pronto a vendere mezzi in zona Laurentina.

Un agente, spacciandosi per cliente, ha concordato con il concessionario abusivo un appuntamento, al quale si sono presentate le pattuglie del Pics (Pronto Intervento Centro Storico) e del gruppo IX EUR della Polizia Locale, che hanno trovato 7 auto parcheggiate su strada, prive di assicurazione, di cui una risultata sottoposta a sequestro e un altra a fermo amministrativo. L’uomo è stato denunciato per violazione di sigilli e tutti i mezzi inviati a un deposito giudiziario.

Comminati nei suoi confronti oltre 30mila euro di sanzioni. Sono in corso le indagini per accertare ulteriori casi di vendita illecita: si ipotizzano possibili truffe o acquisti illegali di auto non registrate e quindi non assicurate, sui quali si farà luce in seguito ad accertamenti approfonditi.

Intano continuano i controlli nella zona del centro storico da parte della Polizia Locale di Roma Capitale. Ammontano ad oltre 40mila euro le sanzioni, riguardanti l’evasione della tassa per occupazione di suolo pubblico dei tavolini, sedie e arredi abusivi rimossi in piazza Augusto Imperatore e nelle vie a ridosso del Pantheon. A seguito degli accertamenti effettuati nei mesi scorsi da parte degli agenti del reparto Amministrativa del I Gruppo Trevi, sono stati portati via oltre 100 sedie, 74 tavoli, ombrelloni, pedane metalliche, stufe e arredi vari. L’operazione è stata concordata con l’Assessorato al Commercio del I Municipio che ha fornito il personale e i mezzi per la rimozione.

Mentre pattuglie del I Gruppo "ex Trevi" della Polizia Locale di Roma Capitale hanno posto sotto sequestro un deposito illegale a due passi da Piazza Navona. Gli agenti, durante i consueti controlli anti abusivismo nella zona, hanno notato alcune persone entrare e uscire con della merce da un edificio: una volta all’interno, sono state trovate 46 strutture metalliche che custodivano apparecchiature elettriche e prodotti destinati alla vendita abusiva come ombrelli, poncho, accessori per cellulari.

Sono state identificate 4 persone e posto sotto sequestro l’intero deposito, del tutto privo di autorizzazioni, e il relativo impianto di video sorveglianza che riprendeva illegalmente l’esterno del magazzino. In corso ulteriori indagini relative ai proprietari della merce trovata durante i controlli. Identificato il proprietario dei box, un cittadino di nazionalità italiana di 69 anni, che procedeva all’affitto a chiunque ne facesse richiesta, come suonatori ambulanti e venditori abusivi che, in quest’ultimo caso, potevano reperire velocemente la merce in caso di pioggia o per nasconderla durante i controlli delle pattuglie della Polizia Locale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.