Romeno tenta di stuprare la donna di un amico

Domenica di paura. I carabinieri hanno arrestato un romeno per tentata violenza sessuale a Cecchina e poche ore più tardi altri due romeni sono finiti in manette per aver molestato una donna alla Garbatella.
Il primo episodio è accaduto nel pomeriggio. Lo straniero, un operaio di 38 anni, ha prima tentato di violentare la donna di un amico poi, all’arrivo di quest’ultimo, gli ha sferrato due coltellate cercando di ucciderlo.
Era andato nell’appartamento della coppia, che conosceva da tempo, con una scusa. Approfittando dell’assenza del connazionale, di 33 anni, si è gettato sulla convivente per violentarla. La ragazza, di 24 anni, ha cercato di difendersi in ogni modo. Per fortuna il fidanzato si trovava nelle vicinanze dell’abitazione e, sentendo le urla della compagna, è accorso in suo aiuto, ingaggiando una violenta colluttazione con l’aggressore. Nel corso della lite l’operaio ha estratto un coltello da cucina di grosse dimensioni, sferrando due fendenti, uno alla testa l’altro alla spalla destra del connazionale, ferendolo in maniera non vitale. Anche la giovane nel corso della lite ha riportato una lieve ferita all’orecchio sinistro. Nel frattempo sul posto sono arrivati i carabinieri, avvertiti dalla romena, che hanno immobilizzato l’operaio. Il coltello è stato sequestrato e il trentottenne è finito dietro le sbarre per tentata violenza sessuale e tentato omicidio. La donna è stata medicata all’orecchio sinistro per un trauma contusivo mentre il suo convivente ha riportato una prognosi di quindici giorni per un trauma cranico. Alla fine, anche quest’ultimo è finito in manette, perché da ulteriori accertamenti è risultato colpito da un mandato di cattura internazionale emesso dall’autorità giudiziaria romena, nel 2008, dovendo espiare 5 anni di reclusione per rapina.
In serata, poi, i militari della Garbatella hanno arrestato due romeni di 29 e 30 anni sorpresi a palpeggiare una quarantottenne di Rieti. I due, si erano nascosti alle spalle di un chioschetto, in piazzale Ostiense, e quando la donna è passata, le sono saltati addosso. Le urla della vittima hanno attirato l’attenzione dei carabinieri.
Sempre domenica i militari della Cecchignola hanno bloccato un romano di 39 anni, con precedenti, in esecuzione di un provvedimento per violenza sessuale. All’uomo, che si trovava ai domiciliari in una comunità in via Ardeatina, è stato notificato un provvedimento emesso dalla Corte d’Appello. Anche lui dovrà rispondere di violenza sessuale e si trovano con gli altri tre nel carcere di Regina Coeli.