Quanto dentifricio serve per lavarsi bene i denti

Per un’efficace igiene del cavo orale basta una quantità minima di dentifricio equivalente alla dimensione di un pisello. Ce lo rivela il dentista malese Gao Jye Teh

Per mantenere una corretta igiene orale basta una quantità minima di dentifricio al giorno.

Ce lo rivela Gao Jye Teh, dentista malese che in questi giorni sulla tematica ha pubblicato un video che è diventato in poco tempo virale su TikTok. Secondo il dentista malese siamo abituati ad usare troppo dentifricio. Spesso in questa tendenza siamo influenzati dalle immagini delle pubblicità che mostrano strisce lunghe di prodotto esibite sugli spazzolini da denti. In realtà la quantità sufficiente per un adulto dovrebbe essere grande quanto un pisello. Invece per i bambini sotto i 3 anni ne basta ancora meno.

In questi giorni anche l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani ha ribadito che la quantità di prodotto deve eguagliare la dimensione di un piccolo granello di riso. Ad essere messi sotto accusa sono soprattutto i dentifrici fluorati. È vero che il fluoro contenuto nei dentifrici tende a remineralizzare lo smalto. Significa che i denti tendono ad ingiallirsi e inoltre diventano molto sensibili al caldo e al freddo. A subire soprattutto gli effetti negativi del fluoro contenuto nei dentifrici sono i bambini.

In età pediatrica infatti l’assorbimento eccessivo del fluoro può provocare una patologia chiamata fluorosi. Essa comporta delle fastidiose e inestetiche macchie sui denti. Il fluoro è quindi un minerale cruciale per la salute del cavo orale. Esso può essere somministrato a grandi e bambini attraverso due metodologie, ossia per via topica e per via sistemica. Per una corretta ed efficace igiene orale dovrebbe essere assunto con moderazione per via topica, ovvero esterna.

Usando un’eccessiva dose di dentifrici oltre a sprecare inutilmente grandi quantità di prodotto si compromette l’efficacia stessa della pulizia dei denti. Una dose eccessiva di prodotto infatti provoca più schiuma. Risulta fastidiosa e in molti casi a causa di essa si sospende prima la pulizia dei denti. Di conseguenza non si rispetta il tempo necessario affinché la pulizia sia davvero efficace.

Secondo Gao durante il lavaggio dei denti bisognerebbe inoltre non sciacquare la bocca con l’acqua. Lo spazzolino va bagnato prima e dopo. Bisogna acquisire la sana abitudine di cambiarlo più spesso. Molti dentisti però sono del parere che lo spazzolino elettrico svolge un’azione più funzionale. I denti vanno lavati per almeno due minuti. Si consiglia di farlo almeno due volte al giorno. Dopo l’uso dello spazzolino utile è l’azione dello scovolino. Serve per pulire efficacemente lo spazio in mezzo ai denti. Inoltre ha la capacità di raggiungere quei punti tra i denti che per lo spazzolino risulta difficile raggiungere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Tobi

Lun, 12/10/2020 - 16:43

Peccato che il fluoro è anche una sostanza neurotossica e sarebbe meglio evitarlo (inclusi i dentifrici che lo contengono), e che di questo la seppur brava giornalista non fa alcuna menzione.