Samp, è già l’ora della vittoria obbligata

Samp, è già l’ora della vittoria obbligata

Alle 15 il «Ferraris» si farà trovare sicuramente pronto. I tifosi della Sampdoria hanno dato un segnale forte, sfondando il muro dei 17.000 abbonamenti e ora, come in ogni matrimonio che si rispetti, tocca alla squadra fare il prossimo passo e ripagare la fiducia della sua gente. Sulle gradinate comparirà anche lo striscione «Siamo tutti Mario» voluto dai lavoratori Ilva in solidarietà con il licenziamento di un operaio dei cantieri di Cornigliano. La richiesta era per uno striscione sul campo ma la Samp ha fatto sapere che la Lega Calcio vieta manifestazioni di natura politico-sindacali.
Avversario dei blucerchiati sarà il Gubbio, formazione giovane e protagonista di un'incredibile rimonta, sfumata solo nei minuti finali, ai danni dell'Ascoli. A dimostrazione che la formazione blucerchiata non si dovrà fare ingannare dalla posizione in classifica degli umbri, fermi ancora a quota zero punti. Mister Atzori dovrà fare i conti con le numerose assenze: quelle di Romero, Padalino, Koman, Lazcko e Kristicic, impegnati rispettivamente con le proprie nazionali, e quella già annunciata di Gastaldello, ancora alle prese con guai muscolari. Sarà invece della partita Castellini che però, data la frattura al setto nasale rimediata contro il Livorno, scenderà in campo «mascherato». Nel ventaglio degli attaccanti disponibili tornerà anche Nicola Pozzi, rientrato dal turno di squalifica. Dall'altra parte, la formazione guidata da Fabio Pecchia (una stagione con la maglia del Doria nel campionato 1998/99), caratterizzata da una difesa «ballerina», cinque reti subite nelle prime due gare di campionato, dovrà fare a meno anche del difensore Caracciolo, squalificato dopo l'espulsion nel match contro l'Ascoli.
Per agguantare la vittoria in casa il tecnico blucerchiato potrebbe schierare una Sampdoria più offensiva rispetto a quella vista in Toscana, complici i nuovi arrivi Foggia e Bentivoglio che potrebbero trovare spazio già dal primo minuto. Ecco la probabile formazione della Sampdoria (4-4-2) Da Costa; Volta; Costa; Accardi; Castellini; Foggia; Palombo; Bentivoglio; Semioli; Bertani; Pozzi.
A dirigere la gara sarà il signor Calvarese di Teramo. Il suo fischietto «squillerà» nell'orario e nella giornata tipici del campionato che conta, quello che per tanti anni ha visto la Samp protagonista e che, con una vittoria, sarebbe già un po' più vicino.

Commenti