«Scalo Milano»: moda, design e musica, arte...

Non solo negozi nell'outlet a 15 minuti dalla città che a giugno si amplia ancora

Gabriella Di Bernardo

Raccogliere una sfida, superarla a pieni voti e poi non fermarsi, perché sono ancora tanti i progetti, le cose da fare, il desiderio di raggiungere nuovi traguardi. E non si tratta solo di freddo business, come vedremo. A un anno esatto (era maggio 2018) da un riposizionamento che ha generato una crescita del fatturato del 35% e un aumento sull'afflusso di pubblico del 51% per un totale di oltre 2.7 milioni di visitatori, Scalo Milano Outlet & More ha annunciato per il mese di giugno l'inaugurazione di nuovi spazi, per la precisione 22 negozi e un ampliamento totale di 4mila metri quadri.

Ma l'obiettivo che da sempre guida il primo e unico outlet cittadino, a soli 15 minuti da Milano, è quello di portare valore a tutto il suo ecosistema di riferimento, composto sì dai consumatori e dagli investitori ma anche dal territorio, dall'indotto, dai cittadini. Tanto che ad oggi sono state generate opere per un valore di 25 milioni di euro diretti e indiretti. «Fin dal primo giorno in cui abbiamo scelto Locate Triulzi come sede per Scalo Milano spiega Adele Lonati, Presidente di Locate District Spa abbiamo rivolto il nostro impegno al territorio che ci ospita e alla sua valorizzazione attraverso la riqualificazione degli spazi industriali dell'ex stabilimento Saiwa e anche con opere per la comunità locale quali la ristrutturazione di campi da calcio, la cessione di un'area di 130mila metri quadrati al Parco Agricolo Milano Sud o la demolizione e smaltimento di una struttura in amianto presente nella scuola elementare comunale». E non basta, perché oltre ad offrire 130 flagship store di cui 15 ristoranti di importanti brand nazionali e internazionali e il più grande Design District europeo con 15 showroom monomarca, Scalo Milano promuove anche un ricco calendario di eventi e di progetti e attività filantropiche, come spiega l'AD Davide Lardera: «Siamo fieri di ospitare The Vintage Project, il charity shop realizzato in collaborazione con Fondazione IEO-CCM per il sostegno alla ricerca oncologica, un'occasione per dare il proprio contributo sia acquistando sia donando i propri abiti e accessori di marca. Sosteniamo inoltre le Giornate Fai, valorizziamo i nostri spazi per offrire la possibilità di usufruire del centro polifunzionale F-HUB per congressi e meeting piuttosto che di servizi quali sartoria o parrucchiere. Né mancano le agevolazioni per coloro che qui lavorano, come l'asilo nido di prossima apertura. E poi ci sono arte, intrattenimento e musica ad accogliere gli abitanti dell'area metropolitana ma anche i tanti turisti stranieri che ci visitano, aumentati del 15% rispetto allo scorso anno. E a proposito di musica, anche questa estate shopping e ristorazione andranno di pari passo con il Summer Festival, che ospiterà anche una vera chicca: un trio femminile italiano che si esibirà insieme per la prima volta proprio qui a Scalo Milano. Presto vi sveleremo tutto». Insomma, non c'è da stupirsi se Scalo Milano Outlet & More ha conquistato tre importanti premi internazionali: il New Shopping Center ai CNCC design awards; lo Special Prize Exterior al Prix Versailles promosso dall'UNESCO e dall'International Union of Architects; e il Retail The Plan Award nella sezione retail come city hub innovativo.

Scalo Milano è facilmente raggiungibile con il passante ferroviario S13, in auto tramite la Tangenziale Ovest di Milano uscita 8 Val Tidone direzione SS 412, o con la navetta dedicata gratuita dal giovedì alla domenica con partenze dalla Stazione Centrale e da Largo Cairoli (https://scalomilano.it/).