Roma

Sequestrato dalla finanza un tir carico di orologi falsi

La guardia di finanza di Fiumicino ha intercettato un tir, proveniente dall’Est Europa, sequestrando oltre 150mila orologi contraffatti. Il valore dei beni sequestrati è stimabile in oltre 10 milioni di euro. I due autisti, di nazionalità polacca, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per contraffazione e ricettazione. Nella quotidiana azione di controllo economico del territorio, le fiamme gialle dello scalo aeroportuale, vigilano tra l’altro, sulle merci in arrivo, dirette ad aziende della capitale. L’altra notte hanno intercettato e pedinato un tir sospetto, su cui si riteneva potesse essere trasportati oggetti contraffatti, che arrestava la propria marcia lungo via Prenestina, nei pressi del Gra.
I militari hanno effettuato, quindi, il controllo dell’autoarticolato dove sono stati rinvenuti oltre 150 mila orologi falsi, 20mila penne Mont Blanc anch’esse contraffatte nonché un milione e mezzo di sticker (adesivi per bambini) riproducenti noti personaggi televisivi e altra merce sprovvista del marchio «CE», dannosa per la salute.
Prestigiose le marche degli orologi falsamente riprodotti tra cui Rolex, Cartier, Bulgari, Louis Vuitton. I primi accertamenti tecnici, delegati dal pm Pierluigi Cipolla sulle merci illecitamente riprodotte in Cina, hanno evidenziato che si tratta di oggetti di ottima fattura ed elevati standard qualitativi, tali da farli apparire praticamente identici agli originali. L’operazione si inquadra nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione disposti in concomitanza della stagione estiva nella capitale e lungo le spiagge.

Commenti