Si finge broker esperto, la Bbc ci casca

In diretta tv aveva ipotizzato scenari apocalittici sulla fine dell'euro e della finanza così come la conosciamo. Ma viene smascherato: non è iscritto all'albo degli operatori finanziari e non ha precedenti nella City. Come è finito alla Bbc?

Si finge broker esperto, la Bbc ci casca

Londra - "Ogni notte vado a dormire pregando per un'altra recessione". Queste parole hanno fatto il giro della rete, così come lo scenario apocalittico che aveva ipotizzato: "Quello che voglio dire alla gente è: preparatevi. Entro un anno i vostri risparmi o la vostra pensione potrebbe essere spazzati via". Peccato che quello che si era presentato ai microfoni della Bbc come un trader indipendente sia in realtà un impostore.

Così Rastani ha avuto i suoi 15 minuti di celebrità sostenendo in diretta tv che la crisi è un'opportunità per fare soldi e che "credere che i governi possano risolvere questa situazione è solo una speranza". Poi l'affondo: "I governi non comandano il mondo. Goldman Sachs comanda il mondo".

Media e internet sono impazziti nel vedere sugli schermi della BBC un trader finalmente senza maschera. In meno di 24 ore la sua pagina Facebook, il suo account Twitter e il suo sito personale sono stati inondati di messaggi. Ma ci vuol poco alla rete per subodorare la bufala. Forbes lo rintraccia e lo tartassa di domande. Di finanza Rastani ci capisce, nega di essere un impostore, precisa di essere stato frainteso, di essere un amante dei mercati che vuole insegnare alle gente come cavalcarli. E così getta la maschera.

Alessio Rastani, 34enne di origini italiane, in realtà ha una società di comunicazione e non è iscritto all'albo degli operatori di borsa britannici. Quando la Bbc lo ha invitato a intervenire in un dibattito sulla crisi economica, non gli sarà sembato vero. "Sono uno in cerca di attenzioni. Questo è il motivo per cui parlo in pubblico", confessa rivelando che per lui giocare in borsa "è più un hobby che un lavoro". Al Daily Telegraph, Rastani rivela di guadagnarsi la pagnotta tenendo discorsi. Pur non essendo un broker, però, il discorso era autentico: "Credo in tutto quello che ho detto", ribadisce.

Alla Bbc Rastani aveva detto di lavorare in un ufficio di Canary Wharf Rastani, ma il Telegraph ha scoperto che l'uomo lavora nell'abitazione - intestata dalla compagna Anita - da 200mila sterline alla periferia di Londra ed è proprietario della Santoro Projects, società attiva nel campo delle pubbliche relazioni. Non solo: la sua azienda è anche in rosso di 10.048 sterline.

Se Telegraph e internauti ci hanno messo ben poco a smascherare il sedicente trader, come mai la Bbc lo ha invitato a parlare di un argomento così delicato come la crisi finanziaria?

Commenti