Ariston, il trionfo del Volo. Secondo Nek, poi Malika

I tre tenori strappano la vittoria. Un'edizione che ha unito le generazioni: adulti davanti alla tv, ragazzi sui social

nostro inviato a Sanremo - Trionfano i tre ragazzi del Volo, secondo Nek, terza Malika Ayane. E così anche l'ultima serata del festival è filata via liscia. Il «Conti primo» si è chiuso sostanzialmente senza una pecca nella miglior tradizione del varietà anni Settanta. Tutto così minuziosamente organizzato da sembrare improvvisato. E tutto clamorosamente in linea con le aspettative del pubblico di Raiuno e del web.

Questo Festival, che ieri sera si è chiuso con tempi «baudiani» quindi intorno all'una e mezzo di notte ha creato una sinergia transgenerazionale sulla quale pochi si sono soffermati ma che è una delle chiavi di lettura. Il pubblico di Raiuno, anagraficamente medio alto, lo ha celebrato con il successo di ascolto di cui si parla da giorni. E quello del web, assai più giovane e decisamente meno fidelizzato dal primo canale, ha partecipato a modo suo, quindi interagendo con i social e cercando su YouTube le scene o le canzoni più chiacchierate e attese. Ad esempio, l'intervento di Giorgio Panariello, che ieri è pure spuntato in sala stampa per chiedere di cambiare il nome del Festival da Sanremo a San Carlo, oggi sarà rivisto decine di migliaia di volte in rete. E così la canzone vincitrice o le altre. Tutto si frammenta, tutto si disperde e quindi si relativizza.

Perciò Carlo Conti, accompagnato da Arisa, Emma e Rocìo, ieri sera ha portato a casa un Festival fatto di spezzoni montati benissimo, assai veloce nel ritmo ma tradizionale nella struttura (canzoni, gara, interventi comici, ospiti) e così coraggioso da avere sul palco il grande superospite Ed Sheeran, autentico best seller del momento, e poi un Enrico Ruggeri ispirato e sganciato da qualsiasi esigenza promozionale per cantare l'inedito Tre signori dedicato a Faletti, Jannacci e Gaber. In poche parole, se non piace il Festival si può sempre cambiare canale. Ma se si è obiettivi, il «Conti primo» è stato un affare per la Rai e, tutto sommato, anche per la musica di tutti i giorni, quella che si spalma su radio e tv per mesi realizzando quella che è la ragione sociale di un Festival della Canzone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 15/02/2015 - 10:32

ma come sarebbe, se non piace il festival si puo' cambiare canale... ma se sugli altri canali davano aria fritta e rifritta. preticamente era come negli anni 50 : solo rai uno

alkt90

Dom, 15/02/2015 - 10:52

meno male che la rai per la prima volta ha capito qualcosa riguardi al presentatore

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 15/02/2015 - 10:57

RAI, addetti ai lavori e mezze seghe dell'informazione se la cantano e se la suonano assurgendo a capolavoro epocale una saga di motivetti e di ovvietà che finiranno nel dimenticatoio tra meno di sette giorni. Amen.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

eloi

Dom, 15/02/2015 - 12:06

FINITO IL FESTIVAL LA RAI CI INFORMERA' DI POOLITICA E CO0SA SUCCEDE NEL MONDO. SCUSATE! DIMENTICAVO ADESSO ABBIAMO L'ISOLA DEI "FAMOSI".

simonetta della...

Dom, 15/02/2015 - 12:14

Nelle 3 settimane precedenti alla messa in onda del festival di SanRemo registro tutto quello che mi piace così da occupare le tediose serate sanremesi. 30 di rifiuto festivaliero e scorpacciata di libri, film e telefilm. Sono sopravvissuta anche questa volta.

pilandi

Dom, 15/02/2015 - 12:26

CaptainHaddock tu manco 7 giorni sei durato

pilandi

Dom, 15/02/2015 - 12:26

HEINZVONMARKEN leggere un libro? non sia mai...

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 15/02/2015 - 14:07

Pilandi, mi ripeto, stai leggero alla sera. Per gli anziani una minestrina e due zucchine bollite servono a non appesantire i neuroni...

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 15/02/2015 - 19:34

PILANDI è QUELLO CHE HO FATTO...SUL KINDLE. HO LETTO "50 SFUMATURE4 DI COMMENTI IDIOTI"

Ritratto di HEINZVONMARKEN

Anonimo (non verificato)