Bella Hadid: "Davanti a Rihanna mi sento in soggezione"

La top model americana, celebrata in un evento a Parigi, ha rivelato di essere spesso depressa, di non amare molto il suo corpo e di invidiare la bellezza e la personalità di Rihanna

Ospite ieri sera del Vogue Paris Fashion Festival in un evento speciale in cui le è stato reso omaggio dai grandi della moda per il suo fascino e allure definiti “senza tempo, straordinariamente simile a quello inarrivabile delle mannequin degli anni Trenta e Quaranta”, Bella Hadid ha assistito commossa alla proiezione di un video che ripercorreva la sua straordinaria carriera di modella che l’ha portata in pochi anni ad essere una delle top model più famose non solo di oggi, ma di sempre. “Quando ho iniziato piangevo ogni singola mattina, piangevo durante le mie pause pranzo, piangevo prima di dormire. Ero emotivamente instabile perché lavoravo senza sosta anche 14 giorni al giorno per quattro mesi di fila per le sfilate. Non voglio parlarne qui, ma solo negli ultimi anni ho iniziato a prendermi più cura di me, guadagnando fiducia in me stessa. Mi sento in colpa per poter vivere questa incredibile vita che ti offre straordinarie opportunità, ma in qualche modo mi sento depressa...non ha senso".

Difficile anche il rapporto con il suo corpo. “Detesto diverse parti di me e più che amare il mio corpo diciamo che lo accetto”, ha dichiarato la top model, lasciando tutti sbalorditi. Avvolta in uno strepitoso look total balck in pelle, con giacca e pantaloni super skinny ad evidenziare la sua silhouette perfetta, Bella Hadid, sorella minore di un’altra super top model, Gigi Hadid che, però, seppur famosissima, non gode del rispetto quasi ossequioso che hanno per lei gli addetti ai lavori che la considerano “una creatura unica nel suo genere, ne nasce una così ogni 20 anni”, come hanno sottolineato tanti giornalisti di Vogue France.

"Sono lusingata dai vostri complimenti“, ha detto Bella Hadid, aggiungendo che “questa mattina, dato che dovevo intervenire al Vogue French Paris Fashion Festival ho ripensato ai miei timidi esordi, alla progressione della mia carriera e alle mie passioni”. Poi la rivelazione davanti a stilisti importanti che si occuano anche di intimo: “Al cospetto di una donna come Rihanna mi sento sempre la timida ragazzina dei miei esordi. Lei è così favolosa, piena di talento e di una bellezza sconvolgente, l’unica francamente in grado di farmi sentire piccola piccola, anche per via della sua forte personalità”.
E poi l'affondo. Bella Hadid, infatti, ha più volte sfilato come Angel di Victoria's Secret, indossando la lingerie del colosso americano di intimo e di tanti altri brand di underwear, ma non ha avuto alcun timore di dire che in tutta a sua vita “non mi sono mai sentita davvero a mio agio a sfilare in lingerie fino a quando Rihanna non mi ha scelta per la sua linea “Savage x Fenty” lo scorso settembre”.

"Rihanna è fantastica. Per me è stata la prima volta su una passerella in cui mi sono sentita davvero sexy. Perché quando ho sfilato per “Fenty” la prima volta, stavo facendo altri fashion show di lingerie, ma non mi sono mai sentita così sicura, femminile e mio agio su una passerella, sfilando in mutande e reggiseno, come quando l’ho fatto per il brand di Rihanna. È stato meraviglioso e vorrei tanto che mi chiamasse ancora!”, ha detto la Hadid, spiegando che la popstar le ha semplicemente permesso di "camminare come volevo, seguendo il mio istinto del momento e questo mi ha dato una sicurezza enorme che non ho con altri brand di lingerie che ti impongono di muovere le gambe in un certo modo e per quanto tu possa essere una professionista ti capita di sbagliare ed è molto deprimente”.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.