Bono e Patti Smith alzano la voce contro il virus

Dal leader degli U2 una canzone dedicata a chi lotta contro la pandemia. La star Usa posta un video

Mentre in Italia continuano le iniziative estemporanee di quasi tutti gli artisti (da Jovanotti a Emma e Fedez che hanno cantato insieme per più di centomila contatti), iniziano ad arrivare le canzoni dall'estero. Dagli artisti che sono più legati all'Italia, per sensibilità e riconoscenza. Il più sorprendente è stato Bono degli U2, che ha cantato su Instagram un brano totalmente inedito e totalmente dedicato all'Italia. Lui che è irlandese e che, comunque, vive da vicino l'epidemia che è arrivata in Gran Bretagna, ha voluto dedicare un intero testo all'Italia e al periodo che sta vivendo. Più delle parole, è importante la dedica: «Per gli italiani che ci hanno ispirato, questa canzone è per i medici e per chi combatte in prima linea». Il titolo è Let your love be known ed è una ballata molto intensa, quasi commovente, che ha lo spirito tipico di questa band che arriva da Dublino e dal punk ma che è sempre stata capace di intercettare il sentimento popolare. Non a caso gli U2 sono una delle più grandi macchine di musica dal vivo della storia e ogni loro tour incassa centinaia di milioni di dollari riunendo milioni di spettatori. Ma in questo momento la musica è un fenomeno solitario, ancor più solitario di quanto lo sia stato da quando lo streaming ha «isolato» ciascun ascoltatore. Non ci sono concerti. Non ci sono eventi. Ci sono però artisti che pubblicano canzoni che immediatamente diventano successi planetari. Come questa di Bono, che ha avuto una marea di ascolti, contatti, views.

O come quella di Patti Smith, un'artista americana che però all'Italia deve molto, quasi tutto. Il suo concerto del 10 settembre 1979 a Firenze divenne uno dei primi grandi e inattesi eventi musicali della storia del rock in Italia. Lei lo ricorda sempre. E da allora, complice anche quella favolosa Because the night scritta da Bruce Springsteen, è diventata una delle icone del rock americano dalle nostre parti. A dicembre era alla Prima della Scala a Milano con sua figlia Jesse. E proprio Jesse l'altra sera l'ha presentata su Instagram con un roboante «Ciao Italia». Dopo, Patti Smith ha cantato la propria Wing e poi ha recitato una poesia. Un piccolo grande gesto di vicinanza che comunque fa la differenza. Tanti altri grandi artisti internazionali devono molto, talvolta moltissimo, al pubblico italiano, ma al momento sono spariti. Latitano. Non fanno sentire la propria voce. Non sempre le popstar sono riconoscenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.