Il booster di vaccino anche al Gf Vip: perché è un "segreto"

I concorrenti del Grande fratello vip sono nella Casa dallo scorso settembre e anche per loro è arrivato il momento di ricevere il booster di vaccino

Grande fratello vip - Ufficio stampa

I concorrenti del Grande fratello vip, almeno alcuni di loro, sono entrati nella Casa lo scorso settembre, quando la campagna vaccinale per la terza dose non era ancora cominciata. La discussione sulla possibilità di somministrare il booster era ancora agli albori e quelli che hanno cominciato l'avventura da più tempo non erano a conoscenza delle nuove regole, compresa la nuova durata del Green pass. E così, mentre l'Italia avanza nella campagna vaccinale e continua a somministrare le terze dosi, anche ai concorrenti viene proposta l'inoculazione booster.

Probabilmente per proteggere la privacy dei propri dati sanitari, la produzione del Grande fratello vip ha invitato i concorrenti a non esporsi sul tema e a non rivelare se hanno o non hanno ricevuto la terza dose. Una richiesta legittima da parte del programma, che però i concorrenti non hanno rispettato. D'altronde, rimanere 24 ore su 24 sotto le telecamere senza parlare dei principali avvenimenti della giornata non dev'essere facile, soprattutto nel caso in cui il vaccino comporti qualche lieve effetto collaterale che inficia lo stato di salute della giornata.

La prima ad aver raccontato di aver ricevuto la somministrazione è stata Katia Ricciarelli: "Mi hanno detto che non dovrei dirlo, ma adesso lo dico: prima mi hanno fatto il vaccino per questo sono un po’ rinco, tutto qui ecco". La soprano, a chi le chiedeva del suo stato non ottimale del giorno, ha motivato il tutto con la somministrazione, una spiegazione più che plausibile, visto che gli effetti riscontrati sulla Ricciarelli sono stati molto comuni anche in altri soggetti. Poche ore dopo anche Giucas Casella e Nathaly Caldonazzo avevano ricevuto la terza dose.

Nelle ultime ore, invece, hanno ricevuto la dose booster Manila Nazzaro e Alessandro Basciano. È stata l'ex miss Italia a raccontarlo, chiacchierando con Miriana Trevisan. A quanto pare la loro somministrazione è stata piuttosto comica: "Ad Alessandro hanno chiesto ‘che patologie ha?’. Lui mi fa ‘Mani gli dici tu le patologie di cui soffro?’. Io ho risposto ‘guardi, varie e multiple'. No, quanto ci siamo divertiti oggi non potete capire. Come mi sento adesso? Ora molto bene, un po’ la testa pesante, ma per il resto tutto bene".

L'ex di Pago, invece, ancora non ha avuto la

somministrazione: "Io l’ho fatto poco prima di entrare. Mi pare fosse l’8 settembre, la seconda. Adesso ho parlato con loro e vediamo. Ah, devono passare sei mesi? Allora mi diranno loro qualcosa, perché adesso sono cinque".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica