Daniela Martani contro lo chef Vissani: "Da un obeso non mi faccio dire cosa devo mangiare"

L’ex concorrente del Grande Fratello, attivista vegana, ritorna sulla denuncia contro lo chef: "Il suo è sadismo puro"

Daniela Martani si scaglia ancora una volta contro Gianfranco Vissani. L’ex concorrente del Grande Fratello, ora attivista vegana, ha denunciato lo chef, che ospite di “Un giorno da pecora”, aveva irritato gli animalisti dichiarando di uccidere gli agnelli a “mani nude” per Pasqua. Intervenuta al programma di Rai Radio 2 “I Lunatici”, la Martani è stata “provocata” dai conduttori Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Se scoppiasse un incendio e potessi salvare solo uno tra Vissani e un agnello?”, le ha chiesto il duo radiofonico. “Salverei l’agnello, senza dubbio”, la risposta di Daniela. “Vissani poi – aggiunge – dovrebbe perdere qualche chilo, non mi faccio insegnare quello che devo mangiare da Vissani, una persona che soffre di problemi di obesità evidenti. Non puoi venirmi a dire cosa devo mangiare se a te tra un po’ scoppiano le vene per quello che mangi”.

Daniela Martani attacca lo chef Vissani

Attivista per i diritti degli animali, Daniela Martani non ha proprio digerito l’intervista di Vissani a “Un giorno da pecora”. “Ha rilasciato un’intervista a Radio 1 – spiega – in cui quasi godeva nello spiegare come lui uccide gli agnelli. Specificando che gli agnelli li preferisce piccolissimi, appena nati, perché così più gustosi. Ma come si possono dire certe cose pubblicamente? La macellazione prevede delle regole, questo non è macellare l’animale, questo è sadismo puro. C’è il pericolo d’emulazione. Gente che magari pensa che sia giusto uccidere un agnello in questo modo e magari va a comprarsi un agnello per ucciderlo in casa. E invece non si può fare, ci sono delle regole ben specifiche, che nella macellazione degli animali si devono seguire. Sono andata a denunciarlo personalmente per aver violato questo tipo di regole”.

Il cibo – conclude la Martani – deve servire per alimentarci, non per strafogarci. Chi ha problemi di obesità ha evidenti problemi anche psicologici, una persona che si attacca al cibo deve cercare di indagare su quali problemi esistenziali abbia. Vissani faccia ciò che vuole ma non è titolato a dare lezioni di alimentazione. Gli animali sono esseri viventi che provano anche dolore, non è che noi siamo esaltati”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Ven, 26/04/2019 - 14:24

Soltanto gli idioti non sono buongustai..diceva Maupassant

valerie1972

Ven, 26/04/2019 - 14:29

Una delle tante mode di spappolarsi il cervello nella generazione new age/green/arcobaleno: il veganismo che, a quanto sembra, non fa molto bene ai neuroni. Adesso uno se è grosso automaticamente non può dare consigli su cosa mangiare. E naturalmente il medico che fuma non può dare consigli sulla salute a un paziente, e il pediatra senza figli che ne sa di bambini, e chi si fida di un architetto che vive in una casa popolare?

cgf

Ven, 26/04/2019 - 15:01

ma questa si vede che mangia solo ortiche e cipolla. Mai provato un po' di rafano grattugiato fresco? Sarebbero indicati anche cetriolini sott'aceto, ma da vera vegana non puoi uccidere quei minuscoli batteri che trasformano il mosto in aceto balsamico. Ovviamente guai anche prendere antibiotici, la vita non si uccide ed astinenza perenne dalle carni, vorrai mica gettare via quei piccoli gameti indifesi? Giammai.

cgf

Ven, 26/04/2019 - 15:24

Nemmeno una nazi-vegana deve dire cosa mangiare, mai visto una leonessa che dia da mangiare fieno ai cuccioli? Nemmeno una mucca che offra salcicce al vitello, quindi... forse col suo 'cimitero di polli' Vissani, non solo per i meriti acquisiti sul campo non certo del Grande Fratello, una parolina di ciò che convenga mangiare forse potrà sempre averla.

Angel59

Ven, 26/04/2019 - 18:43

ziobeppe1951, Maupassant come Vissani non sono certamente personaggi da prendere in seria considerazione ai fini della salute, il primo morì a 43 anni a causa degli eccessi sia alimentari che sessuali, il secondo, pur essendo un bravo cuoco, non mi sembra che goda ottima salute..i suoi malanni sono senza ombra di dubbio legati all'alimentazione. Non sono vegano ne vegetariano, però conosco molti di loro e godono di una salute eccellente al contrario di molti che sono soliti godere nel mangiare e male per giunta.

ippo

Ven, 26/04/2019 - 22:27

Essendo nato nel primo dopoguerra, sono stato abituato a mangiare moltissimo vegetariano e ben poco carni, ma ciò non mi impedisce di rispettare i gusti di chiunque, senza demonizzare alcuno, essendo questo segno di pochezza mentale nonchè culturale. La signora ritiene di avere verità inculcate, oltre ad offendere le persone sovrappeso (80 % degli italiani). I fideismi acritici sono da sempre per poco dotati intellettivamente, la signora ne è esempio.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 26/04/2019 - 22:29

ANGEL59, spero non sia uno di quelli che sta attento a tutto quello che potrebbe far male e vive di rinunce. Arrivare a cent'anni così può essere noioso!

incavolatobianco

Sab, 27/04/2019 - 07:38

dieci anni fa era la capopopolo negli scioperi Alitalia,trampolino per il grande fratello;ora attacca Vissani per due parole in radio.Vuole forse tornare al prossimo gf?

Angel59

Sab, 27/04/2019 - 08:28

Wilfredoc, invece arrivare a novantanni con le flebo al braccio, nutrirsi di pasticche per tenere a bada la pressione e altri malanni, andare due o tre volte a settimana a fare la dialisi e se più sfortunati a fare le chemio è divertente? Poi ognuno è libero di vivere come crede ma comunque ognuno dovrebbe avere la sensibilità di salvaguardarsi la salute se non altro per non far soffrire chi gli vive accanto.

caren

Sab, 27/04/2019 - 15:21

Eg. Angel59, la tua analisi è troppo semplificativa. Tutto deve essere ricondotto e valutato secondo il soggetto di cui si parla. E' la natura che decide, dal momento in cui veniamo concepiti. Tutto sta nel genoma umano alla nascita, ovvero se i geni sono sani, oppure già compromessi, e che porteranno, nel corso degli anni, a patologie più o meno serie, secondo alcuni parametri. In sostanza, dipende dal nostro fisico se può sopportare alcuni carichi oppure no. Se il fisico è sano non si avranno mai problemi, altrimenti non si potrà bere nemmeno un bicchiere d'acqua in più, senza subirne le conseguenze. Anche se brevemente, spero di essere stato abbastanza chiaro. Cordiali saluti.

Ritratto di pediculus

pediculus

Sab, 27/04/2019 - 16:39

.....Brava Daniela !

giovanni235

Sab, 27/04/2019 - 18:19

Questa è bella!!! Ma non l'avevano rinchiusa in una clinica per malattie mentali???Forse ha trovato un giudice che l'ha fatta uscire anzitempo???

carlottacharlie

Sab, 27/04/2019 - 20:13

....e noi, tanti si noi, non ci lasciamo dar lezioni da una malata di mente che crede d'esser sana nel corpo. I folli, matti, beoti hanno facoltà di circolare ma non quella di rompere le scatole al prossimo sano nella mente e pure nel fisico.