Il dating show nudista arriva in Italia con Naked Attraction

Sei pretendenti tutti nudi che si mettono a disposizione di un concorrente che li deve scegliere per le loro parti intime: questo è Naked Attraction, nuovo programma in onda su Dplay Plus

Non tutti sanno che in Italia sta andando in onda in queste settimane un dating show nudista. Naked Attraction è un format inglese unico nel suo genere che viene trasmesso dalla piattaforma a pagamento Dplay Plus e che nel Regno Unito va in onda su un canale pubblico con buoni risultati d'ascolto. Inutile dire che le polemiche per questo programma sono state all'ordine del giorno ma oltre all'aspetto più voyeuristico della questione, probabilmente c'è un messaggio molto più profondo da cogliere e sul quale riflettere.

Naked Attraction ha rivoluzionato il concetto di dating show introducendo l'elemento della nudità come primo approccio. Nessuna interazione fisica ma solo visiva tra il concorrente e i suoi pretendenti, che nella prima fase sono chiusi all'interno di teche trasparenti in plexiglas colorato. Sono 6 in tutto, muti e, soprattutto, completamente nudi. Il gioco inizia con il sollevamento delle tende, che scoprono le parti intime dei pretendenti lasciando coperto il volto. Qui inizia la scelta. "Ti sei mai trovata davanti a questo?", chiede solitamente la conduttrice se il concorrente di turno ha scelto di avere davanti a se pretendenti di sesso maschile. Per arrivare alla decisione, il concorrente di Naked Attraction osserva misuziosamente le parti intime delle persone che ha davanti e le commenta con la conduttrice, il tutto senza mai trascendere nella volgarità. Sono previsti anche degli intermezzi divulgativi sulla sfera sessuale, che vanno dall'apparato genitale agli ormoni. Solo quando sono rimasti solo 2 pretendenti si alzano le tende per mostrare il loro volto.

Gli ultimi 2 pretendenti escono dai cubi di plexiglas e a quel punto anche il concorrente si denuda completamente per fare la scelta finale. Il primo appuntamento dopo lo show sarà cruciale per loro per capire se le impressioni positive sulle parti intime sono accompagnate da un interesse generale e saranno gli stessi protagonisti a raccontare cosa è successo tra loro qualche settimana dopo. Naked Attraction, quindi, segue un canovaccio noto e comune a molti altri programmi, alcuni dei quali sono popolari anche nel nostro Paese ma aggiunge l'elemento della nudità, abbattendone il tabù. Deve inizia l'aspetto inclusivo e finisce quello voyeuristico? Nella totale assenza di canoni prestabiliti.

I concorrenti di Naked Attraction sono etero, gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e fluid gender ecc. e fanno richiesta alla produzione di avere pretendenti dei più svariati orientamenti sessuali. L'aspetto inclusivo passa anche dalla fisicità dei concorrenti, che sono lontani dai modelli di perfezione estetica che siamo abituati a vedere. Grassi, magri, tatuati, pelosi, giovani, vecchi, segnati dalle malattie. Naked Attraction porta in tv la normalità del corpo umano in ogni sua forma e lancia un fortissimo messaggio di accettazione senza rincorrere ideali spesso artefatti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mer, 24/06/2020 - 12:14

Congratulazioni a DPlay Plus per il livello di degrado dei suoi programmi. La volgarità e l'invito a far perdere alle persone il poco senso dell'intimità e del pudore rimasto è quello che serve per elevare il livello dell'offerta. Fatti foste per vivere come bruti.....anzi come animali.

frabelli1

Mer, 24/06/2020 - 15:05

@beatoangelico il pudore ci è stato inculcato, come la visione del corpo umano nudo. Nulla c’è di più bello del corpo umano, solo le religioni hanno costretto l’uomo a coprire se stesso, inculcandogli la vergogna. Quindi non è il corpo umano ad essere vergognoso, ma eventuali comportamenti.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 24/06/2020 - 18:38

Scommetto che è partita dall'America sta cavolata