È morto Enzo Jannacci

Il cantautore milanese si è spento a 78 anni dopo una lunga malattia. Laureato in medicina, aveva esercitato come cardiologo

Enzo Jannacci, il celebre cantautore, cabarattesta e cardiologo milanese, è morto all'età di 78 anni. Jannacci si è spento al termine di una lunga malattia. Malato di cancro da alcuni anni, negli ultimi giorni era stato ricoverato per l'aggravarsi delle sue condizioni. È considerato uno dei pionieri del rock and roll italiano, insieme ad Adriano Celentano, Luigi Tenco, Little Tony e Giorgio Gaber, con il quale ha collaborato per oltre quarant'anni. Artista poliedrico, si è confrontato con diversi generi e personalità, influenzando le succesive generazioni di cantautori italiani e di cabarettisti (in primis Cochi e Renato). Tra i suoi successi piu conosciuti "Vengo anch'io, no tu no" (guarda) e "Quelli che...".

Meneghino di nascita ma pugliese di origini (il nonno Vincenzo era emigrato a Milano, da Bari, poco prima dello scoppio della prima guerra mondiale), Jannacci frequenta il Liceo Classico Manzoni dove conosce Giorgio Gaber. Dopo il diploma consegue la laurea in medicina. Per ottenere la specializzazione in chirurgia generale si trasferisce in Sudafrica, ed entra a far parte dell'equipe di Christiaan Barnard. Poi si sposta negli Stati Uniti. Nel 1967 si sposa con Giuliana Orefice, che nel 1972 dà alla luce il loro unico figlio, Paolo, divenuto musicista e direttore d'orchestra.

Artista a tutto tondo, ha spaziato in tutti i campi della creatività: dalla musica al teatro, dalla letteratura al cinema. Il suo ultimo disco di inediti è stato pubblicato nel 2003, la sua ultima apparizione pubblica è del dicembre 2011 durante un programma-tributo in tv condotto da Fabio Fazio.

Unico nel coniugare intelligenza e satira, analisi della realtà e gusto del paradosso, Jannacci si può considerare tra i caposcuola del cabaret italiano, ma è stato anche autore di quasi trenta album, e di varie colonne sonore ed ha lavorato per il teatro, il cinema e la tv.

"Ci ha lasciato un grande artista, un grande milanese. Anche Jannacci ha amato Milano ed è stato ricambiato. Con la sua ironia e le sue canzoni ha raccontato la Milano più vera. Rimarrà nella storia della città": così il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha ricordato su Facebook il cantautore scomparso.

Fabio Fazio ha affidato il suo ricordo a Twitter: "Enzo Jannacci era un genio. Le sue parole che non riuscivano a star dietro ai suoi pensieri. La sua poesia ha inventato un mondo bellissimo". Anche il cantautore Francesco Guccini usa Twitter per salutare il collega: "Quelli che... Adesso sanno l'effetto che fa. Buon viaggio".

Commenti

rikkà

Ven, 29/03/2013 - 22:44

Grandissimo Enzo, "l'ha finì de tribulà, e tribulà per pudè campà, e campà per lavurà, e lavurà per pudè brusà".......mitico

la smorfia

Ven, 29/03/2013 - 22:48

Sono molto addolorato...ci lascia una persona che ricorderemo sempre con grande affetto. Ciao Enzo, ci mancherai tantissimo, non solo per le tue "invenzioni" canore...

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Ven, 29/03/2013 - 22:52

Buona notte dottore e uomo vero. Ti ricorderò sempre. RIP

COSIMODEBARI

Ven, 29/03/2013 - 22:54

Un vero SIGNORE della musica e della medicina...altro che i buffoni di questi ultimi giorni! Sentite condoglianze alla famiglia

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 29/03/2013 - 22:55

Ciao grande Enzo, indimenticabile.

Gaby

Ven, 29/03/2013 - 22:56

Ciso Enzo. Questa sera suonero' il disco de " L'Armando". Grazie.

rikkà

Ven, 29/03/2013 - 23:25

Un abbraccio a Paolo e famiglia...

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 29/03/2013 - 23:59

***Vengo anch'io...no tu no! Invece lì prima o poi ci veniamo tutti. Faceva il palo della banda dell'ortika con sentimento e dediziun...

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 30/03/2013 - 00:22

So di non essere originale, ma come meglio ricordarlo ?? "l'ha finì de tribulà, e tribulà per pudè campà, e campà per lavurà, e lavurà per pudè brusà" Grande Enzo .... quanto mi hai fatto sorridere e sognare !!!

Roberto Casnati

Sab, 30/03/2013 - 00:26

Una delle rarissime persone intelligenti di sinistra.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 30/03/2013 - 00:29

PECCATO :Un altro grande che va.E tanti buffoni rimangono.Rip.

bingsdom

Sab, 30/03/2013 - 01:31

Un'altra carta del castello di ricordi della mia vita che cade... un'altra lacrima di tristezza che scivola nel tempo che scivola via

Ritratto di Legion@uro

Legion@uro

Sab, 30/03/2013 - 02:37

Ciao, grande Enzo! Questa volta al "vengo anch'io" hai trovato chi ti ha risposto "si, tu si!", peccato per noi ma buon per te! Con i problemi che arrivano dalla chiesa, adesso potrai far sorridere, magari un po' a denti stretti, il Buon Dio e gli angeli; mi par già di vederti (Naaaa!). Di te serberò sempre un bellissimo ricordo personale, dell'agosto 1990, all'Area di servizio di Fiorenzuola Sud, con 120 Km di coda in A/1 per andare al mare: entro per pagare la benzina e tu, sdraiato per terra per provarti delle Espadrillas (l'era minga i scarp del tennis), sotto l'occhio divertito e compassionevole (cum a dì l'è fatt inscì) di Giulia e Paolo. MITICO ! Con un sorriso generoso, poi, mi firmasti un autografo. Ovviamente non te l'ho più detto, e mi dispiace farlo adesso, ma GRAZIE ENZO, di cuore. Con vivo cordoglio un abbraccio alla famiglia.

Freedog68

Sab, 30/03/2013 - 03:05

Grazie Enzo per la musica ,le poesie e i momenti di allegria che ci hai dato. La canzone che più preferisco: L'ho incontrata sul diretto...... Grazie per aver cantato la Milano che grazie alle teste di cazzo come Pisapia sta scomparendo. Con te è finita veramente un'epoca. Putroppo dopo di te il nulla : ci ritroviamo con i bacherozzi come Battiato !

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Sab, 30/03/2013 - 05:51

Veramente un "pezzo" unico nella costellazione degli artisti, un'acume di alto livello che mai si abbassò a trite diatribe sia politiche che commerciali. Grazie di essere esistito e sincere condoglianze alla famiglia! Che tristezza!

rancarani.giacinto

Sab, 30/03/2013 - 06:59

Ha accompagnato migliaia di milanesi negli anni ottanta, ricordo con gioia le sue canzoni "canzonatorie" quando ero giovane e spensierato.Gaber, Celentano, Tenco, cochi & Renato. Anni belli, di gioventù..... che non ritorneranno mai più. Sono molto vicino alla sua famiglia. Cordialità

maninblack

Sab, 30/03/2013 - 07:16

ciao grande artista mi hai fatto divertire durante le tappe della mia vita e adesso che sono una persona matura ho capito anche la grande bonta' e grande dignita' che avevi nel tuo cuore.Ciao Enzo e..grazie.

gicchio38

Sab, 30/03/2013 - 07:39

SONO TRISTE ED ADDOLORATO. ANCHE PER ME E' STATO E RIMARRA NELLA MIA MEMORIA "UN VERO GRANDE UOMO". CONDOGLIANZE VIVISSIME DA PARTE MIA ALLA SUA FAMIGLIA TUTTA. LUIGI TAURO

Ritratto di beppe69

beppe69

Sab, 30/03/2013 - 08:08

Vengo anch'io, no tu no! Alla fine è andato pure lui! mitico e straordinario artista! Ne sentiremo tutti la mancanza. Ciao enzo

veradestra

Sab, 30/03/2013 - 08:48

ha la colpa di essere stato un servo dei comunisti, non avrà il mio cordoglio.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 30/03/2013 - 09:38

Enzo Jannacci era un genio soltanto per i mentecatti comunisti tipo Fazio. Come Battiato, anzi peggio, è stato solo un sopravvalutato mandolinista.

bastardo

Sab, 30/03/2013 - 09:39

VERADESTRA DIMOSTRI DI ESSESRE PIU'NOEDKOREANO DI UNO STALINISTACON I TUOI PSEUDO DESTRINI COMMENTI ,TRAVESTITO COMUNISTA!!!!!

angelomaria

Sab, 30/03/2013 - 09:58

pace all'anima sua viportremo tutti quanti al mio funerale per vedere se poi la gente piange davvereo

ste di nervi

Sab, 30/03/2013 - 10:08

Semplicemente grazie. Qui non ci sono colori politici che tengano.

Baloo

Sab, 30/03/2013 - 10:19

Pace all'anima sua.

Silviovimangiatutti

Sab, 30/03/2013 - 10:27

Bello vedere che il cuore dei milanesi per rendere omaggio a qualcuno che non c'è più è sempre così grande ! A volte perfino un evento luttuoso mostra la grandezza della gente.

bingsdom

Sab, 30/03/2013 - 10:30

Non sono certo di sinistra, ma certi commenti fanno venire il voltastomaco. Pace all'anima tua, grande Enzo!!!

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Sab, 30/03/2013 - 10:35

Vengo anch' io! No tu no.... Vengo anch' io! No tu no! Ma perchè? Perchè no!!! L' ascoltavo col mangiadischi quando ero piccolo. Ciao Enzo.

Holmert

Sab, 30/03/2013 - 10:39

Mi sono sempre chiesto come abbia potuto fare Enzo Iannacci a coniugare la sua professione di medico con la sua attività musicale,non banale,ma professionale ed intensa. La professione di medico non ti dà tregua,ti impegna da mane a sera. Ecco,forse,facendo il medico ospedaliero,lavorava a tempo definito,una scelta rispetto al tempo pieno che richiede un impegno orario maggiore. Comunque solo un geniaccio come lui avrebbe potuto conciliare le due cose. Nell'ambiente medico dicono che era un bravo professionista,preparato ed affabile. Mi pare che negli ultimi anni avesse scelto di fare il medico di base,ripeto, mi pare. Non ho mai capito però quale fosse il suo ruolo in ospedale; la cronaca riporta che era cardiologo,non credo,altri dice che era specializzato in chirurgia generale,ma non riesco a capire che ci era andato a fare in Sud Africa a specializzarsi con Barnard,celebre cardiochirurgo. Ecco,forse Iannacci era un medico cardiochirurgo. Una volta,ricordo che raccontò un episodio che gli era capitato. Era di guardia al pronto soccorso,quando gli portarono un malato con l'ambulanza,in preda a forti dolori addominali. Costui appena vide Iannacci disse: "ma dove mi avete portato? Io avevo detto di portarmi al pronto soccorso e non in televisione". Questo racconto la dice lunga sul sense of humor di Jannacci,che tra l'altro si riflette su ogni sua canzone,almeno agli esordi della carriera,non ancora "inquinata" da tratti di vero e proprio mal de vivre. Iannaci resta un esempio di genialità e voglia di fare.Di fare bene ,come ha fatto lui con perseveranza,sacrifio ed intelligenza,molta intelligenza e talento. Questo dimostra che non è vero che siamo tutti uguali,come ci vogliono far credere i falsi profeti.

codric

Sab, 30/03/2013 - 10:53

semplicemente: Grazie Enzo! In risposta a "veradestra": la tua esternazione "pseudo-politica" di fronte alla Morte è veramente patetica e fuori luogo...Sei una persona triste...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/03/2013 - 11:03

Mi dispiace che sia morto perché un uomo è sempre un uomo. Io gli ho parlato insieme diverse volte e si dichiarava fanaticamente comunista, non so se per convinzione o per convenienza. Artisticamente le sue canzoni erano di due tipi: quelle "allegre", che erano notevoli perché venate di tristezza, e quelle "impegnate" che erano inascoltabili perché cantate con uno stile, più che sofferto, direi stitico.

l innominato

Sab, 30/03/2013 - 11:36

Con la scomparsa di Jannacci si chiudeb una parte dell immagine di Milano e dei Milanesi . il giubbottino di renna con il collo di jersy. si me lo ricordo cosi e con lui quel profumo delle domeniche Milanesi con gli zii a pranzo e poi a San Siro ba vedere l inter. poi ancora a casa e poi il ritorno a Como nella sera. Tutto questo e Jannacci specialmente per Me.Un saluto a te Rnzo parte integrante di MIlano quale Melita pasticceria, il caffe Magenta, piaxxale lotto, piazza del duomo,Brera. Ciao MILANO che ci hai fatto sognare, ciao caro Enzo.

guidode.zolt

Sab, 30/03/2013 - 12:03

Ciao Enzo, sei stato GRANDE, ...e a noi rimane la tristezza ed il rimpianto!

grey shadow

Sab, 30/03/2013 - 13:33

Una brava persona, non un ciarlatano, che possa trovare la pace eterna.Grazie

pier angelo perazzi

Sab, 30/03/2013 - 13:33

Mi chiamo PierAngelo ho 50 anni vivo vicino milano...una milano che da ieri non e' piu la stessa una milano privata di uno tra gli ultimi geni..che hanno contribuito a dare lustro ad una citta compresa tra un corso d'acqua, le guglie del duomo,un'autostrada una baraccopoli e una tangenziale...sacro e dissacrante allo stesso tempo..un giullare di elevatissimo rango ma anche re da strada..ha saputo leggere tutto della vita la sofferenza della gente comune l'intransigenza di un sentimento e la cattiveria del cemento ,ha messo a fuoco meglio di chiunque altro le leggi spietate e dure della citta spesso peggio della giungla ha creato piccoli eroi e miti di un dopoguerra che a tutt'oggi ''puzza ancora di fame'' ci ha fatto pensare riflettere sperare e ridere anche ...si tanto divertire..cambiate le mode negli anni..i nomi i protagonisti....ma lui era sempre li... protagonista piu' o meno in ombra , il grande il solo .... ENZO JANNACCI grazie Enzo...e ciao

maurizio.fiorelli

Sab, 30/03/2013 - 18:43

Buon viaggio e grazie di tutto

mariolino50

Sab, 30/03/2013 - 18:54

Chi dice schifezze anche in casi come questi non merita rispetto, grande Enzo vivrai per sempre.