Fanno cassa anche da morti

Ecco le star che fanno cassa anche se passate a miglior vita. Un business da oltre 360 milioni di dollari. In testa Michael Jackson

Il magazine Forbes ha tirato fuori un'insolita lista di star ricche. Non pensate alle solite classifiche di eccessi da divi, qui si parla dell "Top-Earning Dead Celebrities", ovvero della hit parade delle celebrità che continuano a guadagnare da morte. 

Un giro d'affari da 360 milioni di dollari nel periodo che va da ottobre 2013 a ottobre 2014. Certo è che la data del decesso fa la differenza: Liz Taylor, ad esempio, scomparsa nel 2011, avrà introiti differenti da Albert Einstein o James Dean, entrambi morti nel 1955.

In vetta c'è Michael Jackson con 140 milioni. I guagnani vengono dai suoi albumi postumi, "Xscape" l'ultimo, e dai diritti di immagine. Rimanendo sulla musica Elvis Presley ha guadagnato 55 milioni di dollari, seguito da Charles Schulz, padre dei Peanuts, con 40 milioni.

Liz Taylor, oltre che attrice, è stata anche la firma di un profumo, sempre molto venduto, che ha contribuito a farle guadagnare 25 milioni di dollari. Drink, sistemi audio eco friendly e una linea d'abbigliamento disegnata dalla figlia hanno fatto sì che Bob Marley raggiunesse quota 20 milioni. Seguono Marilyn Monroe, Albert Einstein, Bruce Lee & Co. fino all'ultimo in classifica, James Dean, spesso "usato" dalle maison di moda e beauty come testimonial postumo. Per lui 7 milioni di dollari.