Guadagnino alla regia per l’adattamento de Il signore delle mosche

Luca Guadagnino è in trattative per la regia di una nuova trasposizione cinematografica del libro Il signore delle mosche di William Golding

Luca Guadagnino è tra i nomi più in vista nel cinema di oggi, grazie al successo internazionale ottenuto con Chiamami col tuo nome e al remake di Suspiria.

Il regista italiano è attualmente impegnato con la sua prima serie tv firmata dalla coppia Sky-HBO e dal titolo We Are Who We Are, ma guarda già al futuro ed al suo ritorno dietro la macchina da presa per un film. Il prossimo progetto di Guadagnino potrebbe essere ancora un remake come per Suspiria, con un nuovo adattamento cinematografico del libro Il signore delle mosche, romanzo di William Golding del 1952, il quale ha già avuto due trasposizioni con i film del 1963 e del 1990.

Il signore delle mosche racconta la storia di un gruppo di giovani studenti i quali, dopo una catastrofe mondiale e un incidente aereo, si ritrovano da soli in un’isola deserta. I giovani dovranno così convivere insieme e tenteranno di autogovernarsi passando da una società civile ad una lotta interna.

I diritti del film sono in mano alla Warner Bros. con cui Guadagnino è al momento in trattative. In passato il progetto di riportare sul grande schermo questa storia era stato pensato con una versione tutta al femminile dei personaggi, ma stando a quanto trapelato l’idea di Guadagnino è di rimanere il più fedele possibile alla storia originale realizzando tuttavia un film in chiave moderna.

In caso di esito positivo della trattativa, la produzione del film dovrebbe quindi spettare a Luca Guadagnino e Marco Morabito, mentre la produzione esecutiva alla Known Universe. Ad ogni modo, prima di un film su Il signore delle mosche diretto da Guadagnino, vedremo il suo debutto alla regia di una serie tv con We Are Who We Are, le cui riprese inizieranno in Italia a fine luglio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.