Heather Parisi: "L’Italia di oggi mi preoccupa"

In una intervista l'ex showgirl attacca le colleghe che si dicono a favore dei diritti lgbtq senza davvero spendersi per la causa e accusa l'italia di aver fatto molti passi indietro nella difesa delle minoranze

Heather Parisi: "L’Italia di oggi mi preoccupa"

Come riportato da Bitchyf.it, Heather Parisi in questi giorni è stata contattata dal portale “Italians Do It Better” a cui ha rilasciato una lunga intervista che uscirà integralmente il prossimo 23 agosto sulla rispettiva pagina Facebook. Nell’intervista la Parisi si è scagliata contro le “paracule” che dicono di essere icone lgbtq solo quando conviene e si è schierata a favore delle famiglie arcobaleno.
A costo di passare per presuntuosa – ha detto l’ex showgirl - fammi dire che essere icona lgbtq è un premio che non tutti meritano allo stesso modo. Chiunque abbia visibilità pubblica, e la gente dello spettacolo è privilegiata in questo senso, dovrebbe spendersi per dare voce a chi voce non ha, senza essere paracula con frasi di circostanza. E dovrebbe farlo soprattutto quando la difesa di chi non ha voce va contro il sistema”.

L’Italia – sostiene la Parisi - ultimamente nella difesa delle minoranze ha fatto passi indietro preoccupanti. Quante icone lgbtq hai visto esporsi in temi come le adozioni gay, le gravidanze surrogate, l’aborto? Magari io farei una selezione più accurata delle icone”.

Inoltre, ribadendo l’uguaglianza fra le famiglie tradizionali e quelle arcobaleno, ha detto che secondo lei “non esiste la famiglia ‘naturale’ o quella ‘tradizionale, né quella ‘migliore’, ‘più morale’ o ‘più evoluta’. Esiste chi tu ami e chi ama te e insieme sono famiglia”.

Per Heather Parisi la famiglia gay ha il diritto di avere figli al pari della famiglia eterosessuale. “L’interesse superiore di un bambino è di trovare un ambiente famigliare sano e amorevole a prescindere da come è composto il nucleo famigliare. Finiamola di pensare che bastino due genitori di sesso diverso a fare una famiglia perfetta. Il mondo è pieno di famiglie tradizionali dove i figli subiscono abusi e violenze", ha concluso.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti