Heather Parisi polemica: "Le altre colleghe dicono ciò che vogliono, perché io non posso?"

Heather Parisi spiega di aver ricevuto numerosi messaggi di chi continua a sostenere che lei "sputi nel piatto in cui ha mangiato", ma la ballerina sbotta e chiede: "Perchè le altre possono parlare e io no?"

Heather Parisi polemica: "Le altre colleghe dicono ciò che vogliono, perché io non posso?"

Nuovo attacco di Heather Parisi all’indirizzo di altre colleghe che, a suo dire, avrebbero la libertà di dire qualunque cosa rispetto ciò che accade spesso a lei.

La ballerina, che oggi ha lasciato l’Italia per andare a vivere a Hong Kong, continua a non perdere di vista il mondo dello spettacolo italiano e, in particolar modo, la “nemica” di sempre, Lorella Cuccarini. La Parisi, in svariate occasioni, ha tacciato la collega di sovranismo e ritenuto alcune sue dichiarazioni politiche inaccettabili. La Cuccarini, dal canto suo, ha preferito non alimentare la polemica, mentre Heather ha continuato la sua “crociata” contro di lei durante l’ultima ospitata a Verissimo.

Perché dobbiamo parlare di 'santa subito'? – aveva detto a Silvia Toffain, evitando di nominare la collega - .Non abbiamo mai litigato. Dietro le quinte del programma Nemica Amatissima non l’ho mai incontrata, neanche in sala prove e per me è stato molto strano .È stata un’esperienza che potevamo vivere in un altro modo. Lei non è niente per me”. Con queste parole, dunque, Heather Parisi aveva definito i suoi “rapporti” con Lorella Cuccarini, ribadendo che nei suoi confronti prova indifferenza: “Non è nulla per me”.

Questa mattina, però, l’americana è tornata a lanciare delle pesanti accuse nei confronti di alcune colleghe attraverso il suo profilo Instagram e sostenuto di non avere libertà di parola rispetto a molte altre che, invece, sarebbero libere di rilasciare qualunque dichiarazione. “Sono sincera, nelle ultime settimane ho ricevuto tantissimi attestati di stima per la mia sincerità e ne sono felicissima – ha esordito sui social la Parisi - .A volte mi capita ancora di leggere commenti che dicono: ‘La Parisi è sempre polemica e sputa sul piatto dove ha mangiato’ e non capisco”.

Altre” colleghe possono dire tutto quello che vogliono (forse perché sono Italiane?!), anche ingiustamente, ma io, no; a me non è concesso (forse perché NON sono italiana?!) – ha continuato a polemizzare la ballerina - . Ho vissuto 30 anni in Italia, ho sposato un Italiano e tutti i miei figli sono oltre che americani, anche italiani. Non ho bisogno di dimostrare il mio amore per questo paese. Ma io sono e rimarrò cittadina del mondo che amo ovunque. Invece di innalzare muri, dovremmo abbatterli, invece di cercare quello che ci differenzia, dovremmo cercare quello che ci accomuna”. E, a chi dopo questo sfogo l’ha accusata di voler essere una “primadonna” e di peccare di “ignoranza”, Heather non ha esitato a replicare: “La presunzione di chi, come te, dà la patente di "ignorante" a persone che non conosce, è pari alla sua inadeguatezza”.

Visualizza questo post su Instagram

Sono sincera, nelle ultime settimane ho ricevuto tantissimi attestati di stima per la mia sincerità e ne sono felicissima. A volte mi capita ancora di leggere commenti che dicono "La Parisi è sempre polemica e sputa sul piatto dove ha mangiato" e non capisco. "Altre" colleghe possono dire tutto quello che vogliono (forse perché sono Italiane?!), anche ingiustamente, ma io, no; a me non è concesso (forse perché NON sono italiana?!). Ho vissuto 30 anni in Italia, ho sposato un Italiano e tutti i miei figli sono oltre che americani, anche italiani. Non ho bisogno di dimostrare il mio amore per questo paese. Ma io sono e rimarrò cittadina del mondo che amo ovunque. Invece di innalzare muri, dovremmo abbatterli, invece di cercare quello che ci differenzia, dovremmo cercare quello che ci accomuna. I must be sincere, in these past weeks I have received praise & many a compliment for my sincerity & this has made me extremely happy. At times, I still run upon comments claiming, "Heather Parisi is always causing trouble & biting the hand that fed her" and, I just don't get it. "Other" colleagues can say whatever they please (maybe because they are Italian?!) without reason, but me, no; I am not allowed (maybe because I am NOT Italian?!). I lived for 30 years in Italy, I married an Italian and, all of my children are not only American but, are Italian as well. I don't need to demonstrate my love for this country. But I will forever be a Citizen of the World and I love everywhere I go. Instead of putting up walls, we should be tearing them down, instead of looking to see why we are so different, we should be looking to see what we have in common. H* #heatherparisi #umberto #amolamiavita

Un post condiviso da Heather Parisi (@heather__parisi) in data:

Commenti