Hilary Duff contro i "millenial coglions"

Hilary Duff ha usato il suo account Instagram per dare contro ai giovani americani che stanno ancora sottovalutando l'epidemia di Coronavirus

Hilary Duff, attrice e cantante che in Italia è conosciuta soprattutto per essere stata protagonista della serie Lizzie McGuire, non ha bisogno di tanti giri di parole per rapportarsi ai suoi coetanei e ai suoi fan più giovani che stanno sottovalutando il pericolo legato al coronavirus.

Come viene riportato dal New York Post, Hilary Duff aveva pubblicato una story sul suo account instagram lo scorso weekend in cui chiedeva ai suoi followers di stare a casa e di impedire, così, il diffondersi e il contagio del Coronavirus, che sta mettendo in ginocchio il mondo, dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sancito lo stato di pandemia. Nelle stories in particolare Hilary Duff ha detto:"A tutti i giovani e cogli*** millensial che continuano ad andare in giro a festeggiare: smettetela di uccidere le persone anziane".

Un messaggio lapidario e diretto, che la cantante di trentadue anni ha concluso senza ulteriori giri di parole, chiudendo le stories. Recentemente Hilary Duff ha pubblicato un altro post, sempre sul suo account Instagram con più di 14 milioni di Followers, in cui ha scritto:"Gli Stati Uniti stanno testando mille persone al giorno per il COVID19. Il Sud Corea 20.000? Andiamo, USA, fai un passo avanti. Molti altri paesi fanno test su molte più persone quotidianamente. È imbarazzante che noi non siamo affatto preparati per situazioni d'emergenza come queste".

Nella didascalia che accompagna l'immagine si legge: "Questi sono tempi spaventosi. Dobbiamo stare tutti calmi, ma intelligenti. Prendete tutte le precauzioni per stare al sicuro e tenere le nostre madri e i nostri padri e i nostri nonni lontani dal rischio finché tutto questo non sarà passato. Amore a tutti".

Segui già la nuova pagina di Gossip de ilGiornale.it

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.