Megan Fox contro Hollywood: "Mi vedevano come un oggetto"

Di recente Megan Fox è tornata a parlare del suo allontanamento da Hollywood e afferma che ha scelto di ritirarsi perchè in molti la vedevano solo come un oggetto sessuale

Megan Fox contro Hollywood: "Mi vedevano come un oggetto"

Diventata un’icona di bellezza e sensualità grazie alla saga dei Transformers e all’horror Jennifer’s Body, Megan Fox da tempo ha deciso di prendersi una pausa dalle scene. Di lei infatti si sono perse le tracce dal 2009, tranne che per piccoli parti in film indipendenti. È sposata con Brian Austin Green, l’attore di Beverly Hills, ed è mamma di tre splendidi bambini. Dietro il suo ritiro dalle scene però c’è una ragione, e l’attrice lo rivela in una recente intervista che ha rilasciato a Entertainment Tonight.

Per festeggiare il decennale di Jennifer’s Body, Megan Fox confessa di aver sofferto di depressione perché dal mondo di Hollywood non è stata vista come un’attrice ma come un oggetto sessuale. "Credo di aver avuto un vero e proprio crollo psicologico. Non venivo vista come un oggetto solo nei film ma anche nella vita vera – afferma -. Accadeva di continuo e tutto questo mi ha causato un cortocircuito".

Per questo motivo Megan Fox ha preso le distanze dal mondo del cinema. Aveva bisogno di sanare le ferite e tornare a respirare. "Avevo paura di camminare per strada, di sfilare sul red carpet perché sentivo molto chiaramente su di me lo sguardo della gente – continua –. Avevo paura di essere derisa o di essere ferita. Vivevo in una strana condizione ancor prima che il metoo iniziasse. Cercavo di far cambiare l’opinione che la gente aveva di me, ma era tutto inutile. Apparivo non come una donna e una moglie, ma come una persona che sapeva vestirsi bene e che metteva in mostra le sue forme". E ancora oggi la sua condizione non è stata superata.

Alcuni però credono che l’allontanamento dalle scene di Megan Fox sia dovuto al marito, che pare sia geloso della popolarità della moglie.

Commenti