Jane Fonda: "Bulimica e dipendente dalla chirurgia plastica da decenni"

A 82 anni l'attrice ha dichiarato di aver appena iniziato ad accettare il suo corpo, dopo aver superato con fatica tutte le sue insicurezze

In una intervista concessa al magazine Elle Canada, l'attrice americana Jane Fonda è tornata a parlare del rapporto con il suo corpo che ha sempre cercato di mantenere al top della forma ricorrendo a lassativi e vomito dopo incontrollate abbuffate di cibo. L’attrice che si riciclò con successo negli anni Ottanta come personal trainer per milioni di americane che comprarono in massa le sue videocassette in cui insegnava a fare aerobica per mantenere sodo e in forma il proprio corpo, ha rivelato che in realtà dietro a quel corpo così perfetto, esaltato da body aderenti, si nascondeva soprattutto una totale mancanza di accettazione di sé stessa.

"Non facevo aerobica per stare bene, ma perché non riuscivo a smettere di vomitare. Sono stata bulimica per decenni e bruciare calorie come una dannata era il solo modo per sentirmi in pace", ha rivelato l’attrice che, successivamente, quando la bellezza giovanile prese a svanire sotto il peso degli anni prese a ricorrere alla chirurgia estetica.

"Fu un’altra 'droga' che sostituì la bulimia. Sostituii una dipendenza con un’altra e solo ora che ho 82 anni riesco a guardarmi allo specchio e ad accettarmi così come sono, tanto da postare su Instagram anche immagini di me al naturale, a volte anche senza un dente che mi manca da tempo… ma non mi importa più perché ho deciso di smettere di far dipendere la mia autostima dal prossimo intervento di chirurgia plastica", ha detto l’attrice, annunciando di aver definitivamente chiuso con lifting e qualsiasi altro intervento chirurgico che possa donarle un aspetto più fresco.

"Non posso far finta di non essere vanitosa, lo sono eccome, ma non ci sarà più alcun intervento di chirurgia plastica, non mi metterò più sotto i ferri. Ho chiuso", ha detto a Elle Canada, definendo questa sua decisione "una pausa dolorosa" e aggiungendo: "Devo lavorare ogni giorno per accettarmi per quella che sono e non è facile per me, è una lotta continua perché sono cresciuta in un tempo in cui le donne erano come tante gatte in competizione tra loro, pronte ad abbattersi a vicenda per conquistare l’ammirazione di un uomo. Ma oggi le cose sono cambiate e non c’è limite a ciò che possiamo realizzare se collaboriamo tutte insieme".

L’attrice nel 2017 ebbe una clamorosa lite in tv con Megyn Kelly quando la conduttrice della NBC chiese all'attrice del serial Netflix "Grace & Frankie" dei suoi interventi di chirurgia plastica e lei negò tutto in un crescendo di battute acide contro la Kelly che le rispose per le rime, costringendo la regia a mandare la pubblicità prima che lo scontro tra le due si facesse fisico.

Ora però Jane Fonda ha deciso di ammettere non solo di aver fatto più volte ricorso alla chirurgia plastica per sembrare più giovane, ma di esserne diventata dipendente, come lo era un tempo dalla bulimia. Adesso, proprio come durante la guerra in Vietnam in cui fu una delle attiviste più famose nelle manifestazioni contro il conflitto, la Fonda è tornata ad essere una pasionaria e la rinata passione per l'azione collettiva e l'attivismo hanno dato un nuovo senso alla sua vita. L’attrice si è impegnata a non fare più shopping, utilizzando finché morirà solo gli abiti che già possiede, come il cappotto rosso che sfoggia sempre in ogni manifestazione contro il cambiamento climatico in cui viene puntualmente arrestata dalle forze dell’ordine.

"Da giovane avevo grandi ideali e averli recuperati adesso, tornando in piazza a manifestare per ciò che credo mi fa sentire più giovane della chirurgia plastica", ha detto la Fonda, incoraggiando le donne più giovani a smettere di ricorrere a ritocchini estetici "perché non basta mai, ogni volta credi di poterti migliorare ancora di più, invece poi ti senti come prima ed è una droga, davvero e l’unico antidoto è iniziare ad accettarsi. So che è difficile, io lo sto imparando solo ora a 82 anni", ha concluso l’attrice.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti

ROUTE66

Ven, 14/02/2020 - 14:00

DEMOCRATICA A CORRENTE ALTERNATA,PRIMA RIBELLE,POI VENDE CASSETTE PER LA FORMA FISICA,POI LA PLASTICA PER SEMBRARE SEMPRE GIOVANE,ED ORA PER NON DIMENTICARE NUOVAMENTE RIBELLE. E CI CASCHIAMO ANCORA

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 14/02/2020 - 18:30

Certo se la può permettere perchè negli USA non c'è la plastic tax. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Ven, 14/02/2020 - 20:26

E a noi? Signora Fonda, scenda dal piedistallo. Se non lo farà lei, ci penserà Messer Tempo.