Karina Cascella a cuore aperto: "Il ​matrimonio? Per ora è rimandato"

L’opinionista e volto storico di "Uomini e Donne" ci ha raccontato come sta vivendo questo difficile momento, tra sconforto e voglia di tornare a vivere e a godere del made in Italy senza rinunciare ai sogni nel cassetto

Karina Cascella a cuore aperto: "Il ​matrimonio? Per ora è rimandato"

La voce di Karina Cascella al telefono, quando la raggiungiamo per l’intervista, è lieve. Difficile parlare di argomenti leggeri in un momento difficile come questo, ma i sogni, le speranze e i desideri passano anche attraverso il dolore e la paura. Durante la nostra intervista Karina Cascella non ha nascosto i suoi timori per l’attuale emergenza sanitaria ed economica, con un pensiero ai morti e a chi ha perso familiari e lavoro, ma con la schiettezza e la determinazione che la contraddistinguono ci ha parlato anche di futuro, progetti e sogni. Lei, che oggi si gode a pieno la sua famiglia allargata, ha posticipato il progetto di nozze con il compagno, ma non rinuncia a parlare del desiderio di maternità, dei suoi progetti lavorativi e del suo rapporto con i follower.

Come stai vivendo questa quarantena?

"Non è facile perché era una cosa che nessuno si aspettava. Io personalmente non avrei mai pensato che nel 2020 sarebbe potuta accadere una cosa simile. Quando guardavo quanto successo in Cina, a Wuhan, ero spaventata perché loro viaggiano tanto e ci si immaginava che ci fossero contatti con il nostro Paese. Quindi immaginavo che ci potesse essere qualche caso, ma non che finissimo come o peggio di loro, perché alla fine i numeri parlano e dicono che siamo in una situazione peggiore".

Questo ti ha spaventato?

"All’inizio mi ha destabilizzato parecchio, ho passato la prima settimana, come tutti credo, piangendo tanto, cercando di non farmi vedere da mia figlia e non trasmetterle preoccupazione. Non è stato facile. Adesso, per forza di cose, ed è brutto da dire, però ci si adatta. C’è una sorta di abitudine, anche se non vorrei dire così perché non ci si può abituare a questo, però c’è una rassegnazione nella speranza che tutto questo finisca".

Secondo te questa situazione influirà sul lavoro di influencer, le ospitate in televisione? Cambierà qualcosa?

"Non ho paura che la situazione possa cambiare, ho invece paura per le persone che svolgono un altro tipo di lavoro, che non hanno un posto fisso e che non arrivano a fine mese. Per quanto riguarda la televisione prima o poi si tornerà alla normalità ma anche il lavoro di influencer credo. Sinceramente, io non vedo l’ora che mi contattino le aziende italiane quando sarà finito tutto ciò per far sì che io possa sponsorizzare il made in Italy, non vedo l’ora di aiutarli a rimettersi in piedi – se posso dare una mano ovviamente – come di poter andare in vacanza in Italia, portando soldi al mio Paese non viaggiando all’estero. Personalmente, questa cosa a me ha dato una bella lezione".

Il tempo ora non manca, tu e Max state organizzando il vostro matrimonio?

"Non avevo mai parlato di date, in realtà non ce l’eravamo data neanche noi, anche se si parlava di 2020. Per via di questa difficile situazione i pensieri sono andati altrove. Il mio compagno ha una discoteca e lui è stato tra i primi a smettere di lavorare, non parlo dal punto di vista economico ma degli impegni che ci saranno, quindi per adesso è rimandato".

Mesi fa hai smentito una gravidanza, ti piacerebbe avere un altro figlio?

"Io amo tantissimo i bambini e da un po’ di tempo a questa parte dico: 'Sarà quel che Dio vorrà'. Comunque sì, mi farebbe piacere avere un altro bambino".

Sui social sei spesso bersaglio degli hater, tu rispondi sempre a tono ma c’è qualcosa che ti non accetti?

"Mi infastidisco parecchio quando mi mettono in discussione come madre. Quello mi dà molto fastidio. E’ l’unica cosa che mi porta a pensare anche dopo che li ho letti o dopo che ho risposto. Perché non capisco come si possa giudicare una madre".

Sei "nata" a Uomini e Donne, ti manca?

"Io sono molto contenta di tutte le tappe che ho vissuto, sono stata fortunata. Però quello è stato anche un periodo brutto della mia vita, perché avevo appena perso i miei genitori. Diciamo che la fase iniziale del mio lavoro con Maria non mi manca proprio perché mi ricorda quel momento. Però mi manca la mano tesa di Maria, che mi ha aiutato a rialzarmi e sono stati anni molto belli".

Perché non ti vediamo più come opinionista?

"Me lo chiedono sempre. In realtà è stata una serie di coincidenze. Nel 2008 fui chiamata per partecipare alla "Talpa". Maria mi disse: 'Vai, vinci e torna'. E così fu, io partecipai, vinsi e tornai. Ma ero rimasta incinta di Ginevra e nata lei sono tornata a "Uomini e Donne" dopo due anni. Però facevo fatica a fare Roma – Milano, Salvatore (Angelucci) faceva un lavoro che lo portava spesso in giro e uno dei due dove scegliere di fermarsi e io ho scelto di stare con la mia bambina. Comunque sento spesso Raffaella, Gianni e Tina, abbiamo un rapporto bellissimo".

A proposito di Salvatore. Con lui sei rimasta in buoni rapporti, come va con la sua compagna Alessandra Gallocchio, ti piace?

"Alessandra mi piace da morire, è diventata una delle mie più care amiche. All’inizio però non mi fidavo, ero molto restia, l’ho osservata tanto da lontano ma non mi sono mai opposta al fatto che lei vedesse la bambina però osservavo. Volevo capire le sue reazioni, le reazioni di mia figlia e capire come reagiva a questa nuova amica del papà, perché così veniva definita all’inizio. Poi man mano che ho visto che Ginevra si affezionava sempre di più e Alessandra si è sempre comportata benissimo, non si è mai intromessa nei problemi che riguardavano la bambina. Oggi invece siamo una famiglia allargata e tutti e quattro prendiamo le nostre decisioni per Ginny insieme. E devo dire che alla fine ci ho visto bene perché Alessandra è veramente speciale".

Dal punto di vista del lavoro, anche se ora tutto è fermo, cosa vorresti fare dopo? Hai dei sogni nel cassetto?

"Io lo dico sempre, ho sempre sognato di fare l’opinionista in prima serata, insomma un programma in prima serata, spero che si possa realizzare una co-conduzione. Mi piacerebbe anche fare solo una puntata de "Le Iene", mi basterebbe, si chiama sogno allora sogniamo".

Qual è la prima cosa che farai quando la quarantena sarà finita?

"Prenderò la bambina e il mio fidanzato e farò un viaggio in Italia. Nell’immediato, quando si potrà, invece faremo un pranzo, all’aperto, io Salva Ale la bimbina e il mio compagno. Una cosa che ora sembra un’utopia".

Commenti