L’Oms conferma: gli animali da compagnia non trasmettono il Coronavirus

Gli animali da compagnia non trasmettono il Coronavirus, a chiarirlo per evitare abbandoni e violenze è l’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani, il Ministero della Salute e l’Istituto superiore della sanità oltre all'OMS il massimo organo mondiale della sanità

In questo momento in cui il Coronavirus sta creando grande incertezza, dubbi e una paura diffusa che nel nostro paese sta dilagando più del virus stesso, è bene mettere un po’ di chiarezza anche per quanto riguarda gli animali da compagnia, quindi cani, gatti uccellini, piccoli roditori e pesci.

Tutti questi animali non trasmettono in nessun modo il virus, né tantomeno sono dei portatori sani. Lo scrive molto chiaramente l’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzi, il ministero della Salute e l’Istituto superiore della Sanità, Nel vademecum per fronteggiare l’emergenza tra i punti indicati ci sono proprio 'istruzioni' su di loro dove viene specificato: “Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus”.

E’ bene chiarire il punto soprattutto per chi, senza informazioni, potrebbe pensare che essendo stata la prima trasmissione del virus, partita dal mercato di Whuan, passata da pipistrello a essere umano, gli animali possano essere un mezzo di contagio. Ma non è così. Anche in Cina dove si è posto il problema già da tempo l’Organizzazione Mondiale della Sanità si è pronunciata dicendo che non esistono prove della possibilità che il nuovo coronavirus possa diffondersi contagiando animali domestici come cani e gatti, o essere loro strumento di contagio”.

In questo momento dove internet diventa una fucina anche di fake news, è importante sottolineare questo, per evitare di tacciare i nostri animali come untori ed evitare quindi abbandoni o violenze per disinformazione. Anche perché In italia ci sono in tutto 32 milioni di animali di cui quasi 13 milioni di uccelli 7,5 milioni di gatti, 7 di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (criceti e conigli), 1,6 milioni di pesce e 1,3 milioni di rettili, una quantità enorme che spesso non ha voce o vittima di randagismo, abbandono o violenze.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Dom, 23/02/2020 - 18:17

mah! come hanno fatto a scoprirlo? la peste la portavano soprattutto gli animali, i topi.

justic2015

Lun, 24/02/2020 - 02:28

Informarsi su cani le malattie infette che nel loro dne e purtroppo l'essere umano e diventato un dog lover che schifo.

obiettore

Lun, 24/02/2020 - 08:36

Asia lo sapeva da tempo. #medog

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 24/02/2020 - 10:58

io non sono tanto sicuro, è stato accertato scientificamente oppure è solo buonismo spicciolo?