Leonardo Greco sui social dopo il coronavirus: “Ti spacca da dentro”

Il racconto di Leonardo Greco dopo le dimissioni dall'ospedale in seguito al coronavirus: "Questo virus non guarda in faccia nessuno"

L’ex tronista di Uomini e Donne, Leonardo Greco, ha raccontato sui social il dramma vissuto a causa del coronavirus e, descrivendo cosa gli è accaduto nei giorni precedenti il ricovero in ospedale, ha lanciato un importante messaggio a tutti coloro che continuano a sostenere che sia una semplice influenza.

Dimesso dall’ospedale, Greco è tornato a casa e dovrà continuare a starci fino alla totale ripresa. Così, dopo aver vissuto in prima persona le difficoltà del Covid-19, Leonardo ha spiegato a tutti di essere stato fisicamente messo a dura prova da un “virus che ti spacca dentro”. Con la mascherina e visibilmente debilitato dai giorni vissuti, l’ex tronista di Uomini e Donne ha raccontato di aver avuto la febbre molto alta per ben 13 giorni e di aver vissuto attimi di vero panico in cui ha realmente temuto per la sua vita.

Faccio questo video perché non ce la faccio più a vedere tutta quella gente che si ammala, tutta quella gente sdraiata – ha esordito lui sui social - .Perchè ero sdraiato anche io. Voglio cercare di farvi capire che non c’è cura, non c’è vaccino, c’è solo la prevenzione. Questo virus non ti guarda in faccia, ti prende e se ti prende bene, ti spacca dentro”.

Con lucidità e la volontà precisa di mandare un messaggio diretto a chi continua a sottovalutare il pericolo del coronavirus, Leonardo Greco ha continuato a raccontare. “Non è solo febbre e tosse. Io ho avuto febbre a 39 per 13 giorni, la notte prima che venissi ricoverato ho avuto una crisi respiratoria – ha spiegato lui - . Dovete mettervi in testa che dovete stare a casa, perché se pensate all’aperitivo, alla passeggiata, alla voglia di uscire, sappiate che non ci sarà un futuro per queste cose [...]”.

Leonardo, quindi, ha continuato a spiegare che molti suoi amici sono ricoverati con il casco respiratorio, ma c’è anche molta gente che ha avuto bisogno del coma farmacologico. “L’unica cosa che ti danno sono sei pastiglie al giorno che sono veleno puro, che ti distruggono e causano nausea, dissenteria, spossatezza – ha aggiunto ancora il giovane - .Per prenderti l’ossigeno nel sangue, ti fanno punture arteriose ai polsi che fanno malissimo”.

Non lo dico per spaventarvi, io vi sto raccontando la realtà – ha concluso l’ex tronista di Uomini e Donne - .Riflettete, per favore. Riflettete! Io sono tutt’ora chiuso a casa, tutt’ora ho una polmonite. Rimanete a casa per poter uscire un domani [...]”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.