L'esorcista contro Paolo Bonolis: "No a Marylin Manson, è Satana"

Domani Bonolis torna con "Music". Tra gli ospiti c'è anche Marilyn manson. E scoppia la polemica: "No a Marilyn Manson in diretta tv"

L'esorcista contro Paolo Bonolis: "No a Marylin Manson, è Satana"

Da domani su Canale 5 torna in prima serata Music. Ma il viaggio di Paolo Bonolis "dentro" la musica già fa polemica. A scatenare le ire dei cattolici è la presenza in studio di Marilyn Manson. Ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, l'esorcista don Antonio Mattatelli ha, infatti, attaccato duramente la trasmissione: "Quello è Satana". E ha invitato i telespattatori a cambiare canale.

C'è molta attesa per Music. Bonolis porterà in tivù le canzoni della nostra vita cantate da grandi artisti accompagnati da una superband e da un'orchestra di ben sessantaquattro musicisti diretti dal maestro Diego Basso. Un set grandioso, al Teatro 5 di Cinecittà per una produzione importante: 2.000 persone di pubblico, 2.800 metri quadrati di led, 1.600 punti luce e 150.000 watt di potenza audio. Dietro le quinte del programma le dj di Radio 105, Ylenia e Fabiola, raccoglieranno le emozioni degli artisti poco prima e subito dopo la loro esibizione. Anche gli ospiti della prima puntata sono Gianni Morandi, Luca Zingaretti, Marilyn Manson, Levante, Luis Fonsi, Riccardo Cocciante, Vittorio Grigolo. Con Bonolis, un manipolo di "street dancers" e Luca Laurenti che canterà le canzoni della "sua" vita.

Tutto a posto, insomma. Purtroppo nelle ultime ore è montata, sui social network un'accesa polemica per la presenza di Marilyn Manson. Come rivela il Corriere della Sera, non mancano gruppi che accusano il cantante di "invitare i propri fan al satanismo". Non solo. A dar voce a questi mal di pancia è un esorcista. Ai microfoni di Radio Cusano Campus don Antonio ha tuonato contro il cantante accusandolo di essere "l'icona mediatica più conosciuta del satanismo" dal momento che "esalta la trasgressione come comandamento principale". "La presenza del satanismo in modo plateale in tv in una fascia oraria in cui anche ragazzi e bambini sono collegati alla televisione è un qualcosa di inaudito - ha continuato - non è giusto darlo in pasto in prima serata".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti