Marco Liorni lusingato dal paragone con Frizzi: "Fabrizio è stato il mio modello"

Il conduttore Marco Liorni, intervistato la Leggo, ha raccontato della sua esperienza in TV e si dice lusingato di essere messo a paragone con Fabrizio Frizzi

Marco Liorni lusingato dal paragone con Frizzi: "Fabrizio è stato il mio modello"

Marco Liorni, noto conduttore Rai, è stato recentemente intervistato dal quotidiano Leggo. Nell'intervista si è parlato dei suoi risultati in TV ma anche dei recenti avvenimenti nel club della sua squadra del cuore, la Roma. Liorni ha poi dimostrato affetto nei confronti di Fabrizio Frizzi dicendosi onorato di essere stato accostato a lui.

Riguardo al successo televisivo di Reazione a catena, per il quale ha guadagnato il 24% di share, Liorni si dice soddisfatto. "Come competitor c’è Gerry Scotti con Caduta Libera. Un bel test, anche per me. All’inizio ci ho messo un po’ per entrare nell’ingranaggio - ha raccontato Liorni - Io non mi lascio andare facilmente, mi devo fidare dell’ambiente, di me stesso, del programma. Avevo un po’ d’ansia. Temevo di non riuscire a far girare bene il motore di un format di successo. Si tratta di un game, non di un quiz. Il ritmo è elevato, si macinano tante puntate in pochi giorni. Ogni gioco ha esigenze diverse a cui mi sono dovuto adattare".

Marco Liorni e il ricordo di Fabrizio Frizzi

Marco Liorni, inoltre, si dice contento che il format di Reazione a catena abbia contribuito a ringiovanire il pubblico di Rai1. L'accostamento a Fabrizio Frizzi lo ha lusingato molto, una figura che dice essere un punto di riferimento per tutti i conduttori: "Va studiato e visto per chi vuole fare il conduttore" ha commentato Liorni.

Alla domanda dell'intervistatore di Leggo che gli ha chiesto che ricordo ha di Fabrizio Frizzi lui ha risposto: "Prime puntate de La Vita in Diretta, nel 2011, ero rimasto da solo per qualche giorno, non c’era Mara per problemi famigliari. Avevo Fabrizio ospite nel salotto, mi ha fatto da spalla. Io, l’ultimo arrivato, con lui...la grande cosa di Fabrizio è che non ha avuto bisogno di cambiare per fare la tv".

Marco Liorni, nel corso dell'intervista, ha anche esternato la sua fede giallorossa

e ha fatto una riflessione sull'addio di Totti e su quello di De Rossi alla Roma. Per Liorni la Roma non vincerà nemmeno il prossimo anno ma spera di vedere una squadra di giovani che giochi bene, sul modello Ajax.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica