Margareth Madè presenta la figlia: "Vorrei diventasse una donna sicura"

Margareth Madè e il marito Giuseppe Zeno hanno presentato la figlia Angelica, nata da poche settimane. Poi l'attrice ha commentato la vicenda delle molestie sessuali

Margareth Madè e Giuseppe Zeno, diventati da poco genitori della piccola Angelica, hanno presentato la figlia raccontandosi al settimanale Grazia.

"Vorrei che diventasse una donna sicura. Una che non ha bisogno di dipendere da niente e da nessuno. Soprattutto affettivamente. Io so cosa vuol dire ed è bruttissimo", ha confessato l'attrice. "Sono cresciuta senza un padre e sono diventata un’adolescente, e poi una donna molto spaventata, insicura davanti all’amore. Sono stata amata, ma anche tanto ferita. Ma sono stati dolori utili: mi hanno mostrato le mie fragilità, mi hanno obbligato a capirle e affrontarle. Sono state anche tappe molto curative", ha continuato.

Giuseppe Zeno, invece, è attualmente impegnato a Napoli a teatro ed è il protagonista della fiction "Scomparsa", in onda su Rai 1. Proprio per questo deve viaggiare per non perderso i primi momenti della piccola: "Credevo che con la sua nascita il lavoro diventasse meno importante. E invece no. Si è solo trasformato, di colpo: non è più solo appagamento, realizzazione, è responsabilità. Un dovere verso la mia famiglia".

Special Thanks to @grazia_it @fabio_lovino_ @elenaghidiniego @giorgioarmani

Un post condiviso da margarethmade (@margarethmade) in data:

La Madè, che ha esordito sil grande schermo nel 2009 con Baaria, commenta la vicenda delle molestie sessuali di cui è stato accusato recentemente anche Giuseppe Tornatore: "Per me Tornatore è come un padre. Una persona unica. Un gran signore". Poi commenta la vicenda Weinstein: "Posso dirle che ho conosciuto il produttore Harvey Weinstein e l’ho trovato sgradevole, tutto qui. Sui casi italiani penso che sia troppo presto per avere un’idea chiara dei fatti, sono questioni molto delicate. E gravi. Non voglio banalizzare, preferisco darmi il tempo di capire bene e sapere di più", ha concluso l'attrice.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.