Il principe Carlo ha sofferto più di qualunque altro reale

Il principe Carlo sta soffrendo molto per la decisione del figlio Harry, ma secondo l’esperto l’erede al trono non avrebbe avuto una vita facile, ma avrebbe sempre sopportato le critiche senza scappare né nascondersi

Il principe Carlo starebbe affrontando un momento molto difficile a causa dell’annuncio del secondogenito Harry di volere una vita indipendente dalle regole di palazzo. L’erede al trono britannico non avrebbe gradito la scelta del figlio, molto lontana dal suo modo di interpretare e vivere i doveri reali e dalla sua educazione. Il magazine Express rivela che il principe Carlo è stato uno dei personaggi centrali della crisi familiare che ha travolto i Windsor, potremmo dire “l’ago della bilancia” tra Harry e il resto della royal family.

Il principe di Galles avrebbe comunque compreso le motivazioni che starebbero dietro al comportamento del figlio e di Meghan. Anche lui, come Harry, ha subito pesanti critiche in passato e ha sopportato le pressioni della vita da erede al trono di una delle monarchie più importanti del mondo. Eppure il principe Carlo ha avuto reazioni differenti di fronte agli ostacoli che ha dovuto affrontare.

A questo proposito si è espresso il fotografo reale Arthur Edwards, il quale ha spiegato al Sun: “Carlo è un uomo che, dopo la morte di Diana e il matrimonio con Camilla, ha sofferto la pubblicità negativa più di qualunque altro reale nei tempi moderni” e ha puntualizzato: “Non è scappato, Non si è nascosto. Non ha mosso critiche. Non ha bandito nessuno dal Rota”. Non possiamo dar torto a Edwards. Il principe Carlo è stato più volte travolto dagli scandali, ma ha cercato di non deviare mai dalla ideale linea di condotta che si era imposto (e che l’educazione reale gli aveva imposto). Anche lui ha fatto i suoi errori, rilasciato interviste scottanti, ma non avrebbe cercato rifugio tra le mura di palazzo.

Il fotografo ha proseguito: “Carlo e Camilla hanno fronteggiato le critiche, sono andati avanti e hanno mostrato di essere due persone che volevano fare il loro dovere per il Paese. Non importa quanta cattiva pubblicità abbiano avuto, hanno sempre guardato dritto verso le telecamere e conquistato i loro critici”. La polemica per il comportamento di Harry e Meghan, ritenuto opposto a quello del principe Carlo, è evidente. Gli inglesi non perdonerebbero al giovane duca e a sua moglie di non aver affrontato le difficoltà, di essersi in un certo senso arresi invece di tentare di arginare e vincere i loro problemi con la stampa e la vita di corte.

Infatti Edwards ha chiarito: “Harry e Meghan stanno incolpando i media e hanno cancellato il Rota, un sistema in cui ogni giornale si alterna con gli altri per coprire gli impegni reali e condividere le immagini con ogni pubblicazione. Ora loro stanno escludendo tutti i giornali tranne il Daily Telegraph”. Edwards non sta criticando il Daily Telegraph, al contrario, lo definisce un magazine molto serio. Il problema starebbe nella presunta strategia di “demolizione” da parte di Harry e Meghan di un sistema comunicativo ormai consolidato e perfino tradizionale.

Il principe Carlo starebbe soffrendo per tutti questi stravolgimenti che non può più fermare (benché possa comunque intervenire sul finanziamento ai Sussex proveniente dal ducato di Cornovaglia da lui amministrato). Ormai può solo prendere atto delle decisioni di suo figlio. Infine, riporta l’Express, è molto probabile che il vertice di Sandringham abbia ricordato al principe Carlo un’altra riunione avvenuta nello stesso luogo molti anni prima e altrettanto penosa. Era il 1995 e l’erede al trono venne convocato nel Norfolk per parlare con Sua Maestà del divorzio con Lady Diana e di un futuro che non sarebbe stato più lo stesso.