Raffaella Carrà contro "Ciao Darwin"

Raffaella Carrà, intervistata lo scorso sabato a TV Talk, critica "Ciao Darwin". E parla del paragone avanzato con Laura Pausini e Paola Cortellesi, su Rai 1 per "Laura e Paola"

Raffaella Carrà contro "Ciao Darwin"

Anche Raffaella Carrà solleva perplessità su "Ciao Darwin", pur mostrando di apprezzare le qualità di conduttore di Paolo Bonolis. Dopo i commenti su Twitter del direttore di BuzzFeed Canada, Craig Silverman, anche la conduttrice televisiva dice la sua sulla trasmissione.

Raffaella, al momento in TV con The Voice of Italy, è stata in questi giorni intervistata a TV Talk su Rai 3. "Cosa mi scandalizza? - ha spiegato Carrà - La volgarità, come il programma di Paolo Bonolis. Lui lo sa fare benissimo, ma quello che fa lui un altro non lo farebbe. È piuttosto maschile visto certe rotondità che si vedono. Mi fa ridere, però mi fa dire 'Ma fino a questo punto dobbiamo arrivare?'". Le capacità di Bonolis non sono quindi in dubbio, anzi il presentatore riceve un complimento dalla collega di lungo corso: il problema sarebbe nel gioco in sé, in ciò che viene mostrato.

Inoltre, Raffaella Carrà è stata interrogata sul recente paragone che l'ha vista protagonista: dopo "Laura e Paola", trasmissione con Laura Pausini e Paola Cortellesi, le due sono state accostate a Raffaella e Mina in Milleluci. "Paragone ingiusto - ha detto Carrà con la pacatezza che la contraddistingue - e anche loro, ho letto, hanno fatto un passo indietro. Non per me e Mina, ma perché c'era la volontà di fare una cosa grande, dalle luci alle scenografie, agli autori. Laura è una grandissima cantante e Paola un'ottima attrice, bravissima nei monologhi, ma per ballare ci vuole tempo".

Commenti