Rai verso le nomine per le reti: ecco i nomi

Scelti i direttori delle reti Rai: De Santis a Rai1, Freccero a Rai2 e Colletta a Rai3

Le attese nomine Rai sembrerebbero cosa fatta. Martedì pomeriggio, alle 16, il consiglio di amministrazione di Viale Mazzini si riunirà per renderle ufficiali, ma i nomi sarebbero stati scelti e sarebbero stati chiesti i curricula ai candidati perché lunedì - 24 ore prima della riunione - vengano inviati ai consiglieri per la valutazione.

Si tratterebbe di Teresa De Santis per Rai1, Carlo Freccero per Rai2 e Stefano Coletta, riconfermato alla guida di Rai3. Sul tavolo anche le nomine di Raisport (per cui si parla di Losa) e RaiParlamento (dove è in testa Preziosi).

Se i nomi sarano confermati, la De Santis - la cui nomina sarebbe gradita sia ai Cinque Stelle che alla Lega, ma che avrebbe anche l'ok dell'ad Salini in quanto professionalità interna di lungo corso - sarà la prima donna a guidare la rete ammiraglia. Che non andrebbe quindi nelle mani di Casimiro Lieto, capo autore della trasmissione di Elisa Isoardi, in pole position nelle scorse settimane.

Superato invece lo scoglio sul nome di Freccero, che diresse la seconda rete già dal 1996 al 2002 e che dopo più di 16 anni torna a Rai2 a titolo sostanzialmente gratuito. Professionista televisivo, è gradito ai Cinque Stelle e fortemente stimato e voluto da Salini.

Per Rai3, infine, la Lega avrebbe voluto un cambiamento, ma Salini avrebbe insistito sulla riconferma di Colletta in virtù del lavoro svolto in questi anni e dei risultati raggiunti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di dlux

dlux

Sab, 24/11/2018 - 20:42

Crederò al "cambiamento" in RAI quando vedrò cacciati a calci nel sedere tutti i soldatini messi sul libro paga dai comunisti in tutti questi anni.

roberto zanella

Sab, 24/11/2018 - 23:08

cambiate Di Bella a RAINEWS24 che sembra la TV del PD e del Mainstream