Sanremo 2019, Striscia contro Achille Lauro: parla di ecstasy

Striscia la Notizia fa notare come la canzone di Achille Lauro "Rolls Royce" potrebbe parlare di droga: ecco l'ipotesi del programma satirico di Antonio Ricci

Striscia la Notizia lancia una bomba sulla canzone di Achille Lauro al Festival di Sanremo 2019.

La canzone di Achille Lauro Rolls Royce è un inno all’ecstasy - si legge nel comunicato inviato dalla trasmissione diretta da Antonio Ricci - Rolls Royce è una pasticca di ecstasy. Il direttore artistico era in sé quando l’ha ascoltata e scelta per il Festival di Sanremo?”. Ma per conoscere i dettagli si dovrà attendere la trasmissione di stasera, alle 20,30 su Canale 5.

In effetti, Rolls Royce è il nome di una tipologia di ecstasy - la scritta campeggia appunto sulle pasticche e, forse, si tratta di un richiamo al nome della statuetta che può essere ammirata su tutte le automobili di lusso del celeberrimo marchio britannico, che si chiama appunto “The Spirit of Ecstasy”, cioè “Lo spirito dell’estasi”.

Il brano di Achille Lauro contiene una serie di riferimenti: ai Doors, alla morte di Amy Winehouse, a Marilyn Monroe, a Jimi Hendrix, a Elvis Presley, alle opere di Juan Mirò, ad Axl Rose, ai Rolling Stones, a Miami Vice e a molto altro. Alcuni passaggi della canzone sono abbastanza oscuri, come “Perdo la testa come Kevin”, che potrebbe riferirsi al protagonista di “Mamma ho perso l’aereo”. In generale, però, è difficile immaginare come un cantante - come un trapper - che si rivolge ai giovanissimi, abbia inserito tante citazioni dal passato che forse un pubblico di teenager potrebbe non comprendere appieno.

Intanto, il giornalista Gino Castaldo ha definito Achille Lauro “Vasco Rossi versione 2.0, strafottente e alieno come si conviene a un ribelle”. Forse perché ricorda nello stile del cantato l’artista emiliano - che arrivò penultimo a Sanremo con “Vita spericolata” nel 1983. Curiosamente, il refrain di Achille Lauro ripete “Voglio una vita così, voglio una fine così”, ricordando la hit di Rossi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.