"Se vince Trump dovrò lasciare il pianeta": ecco la reazione di Cher

La cantante avrà già preparato i bagagli per andare sulla Luna o su Marte?

"Se vince Trump dovrò lasciare il pianeta": ecco la reazione di Cher

Pochi giorni fa la cantante Cher durante un evento per raccogliere fondi per la campagna di Hillary Clinton aveva messo subito le cose in chiaro, palesando la propria avversione nei confronti del candidato repubblicano, ormai eletto presidente degli Stati Uniti.

Mentre in tanti, ad una possibile vittoria del magnate americano si erano detti preoccupati e pronti a lasciare il Paese per trasferirsi nel più vicino Canada o in Europa, la popstar, con la solita voglia di strafare che la contraddistingue, aveva esagerato, sparandola molto grossa.

"Se vince lui", aveva esordito la popstar, "sarò costretta a lasciare il pianeta", suscitando l'ilarità dei tanti democrartici presenti all'evento, ormai certi di avere la vittoria in tasca.

Ma il giorno dopo che il suo peggiore incubo è diventato realtà, come ha reagito Cher? Avrà già preparato i bagagli per andare sulla Luna o su Marte? Non proprio.

Con un messaggio su Twitter, la cantante ha espresso tutta la propria tristezza per la scelta elettorale degli americani, senza abbandonare le offese a Donald Trump.

"Il mondo non sarà più lo stesso. Sono triste per i giovani", twetta Cher che, usando delle emoticon, continua: "Un gabinetto non sarà mai più di un gabinetto. Questo è il simbolo che ho usato per lui. Non si può pulire la...".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento