Shannen Doherty in lacrime: "Ho avuto un attacco di panico prima della Tac"

Shannen Doherty ha raccontato su Instagram che tra qualche giorno dovrà iniziare la radioterapia. Ma prima di sottoporsi alla Tac ha avuto un fortissimo attacco di panico

Con un lungo messaggio su Instagram, Shannen Doherty racconta ai suoi fan di aver avuto un forte attacco di panico poco prima di sottoporsi alla Tac: "Ho avuto un attimo di sconforto e autocommiserazione".

Brenda di Beverly Hills 90210 da più di un anno sta combattendo contro il cancro al seno. Dopo diversi cicli di chemioterapia, per Shannen è arrivato il momento di sottoporsi anche alla radioterapia. Ma qualche giorno fa, prima di fare la Tac, l'attrice ha avuto un attacco di panico ed è scoppiata a piangere.

"Ho fatto la Tac per programmare la radioterapia - si legge su Instagram -. Questo tipo di analisi mi ha spaventato davvero tanto. Non so perché. I medici avevano deciso per quella con contrasto ma quando hanno cominciato a vedere quale vena utilizzare ho iniziato a piangere. Mi è preso un attacco di panico. Ho pianto. Mi sono autocommiserata ma solo per un minuto. Poi mi sono fermata e mi sono ricordata di quanto sono fortunata. Grazia a Dio il mio nuovo radioterapista ha deciso di provare a farla senza contrasto e così mi sono calmata. Quindi… l'attacco di panico è passato, ho fatto la tac!! Ora sto per iniziare la radioterapia".

Shannen Doherty sta lottando con tutte le sue forze contro questo maledetto cancro. Sui social ha sempre condiviso tutte le fasi della terapia perché così può sentire il sostegno di tutti. Amici, parenti, famigliari, ma soprattutto suo marito le sono vicini e le danno la forza per affrontare questo brutto male che vorrebbe farle piegare la testa. Ma Shannen non vuole mollare. Shannen vuole vincere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Dordolio

Gio, 24/11/2016 - 18:54

E' quando leggo queste "notizione" che mi cascano le braccia. Io di accertamenti diagnostici come quello di cui qui si parla ne ho fatti purtroppo a decine in questi anni.... E soffrendo di claustrofobia soprattutto sulle macchine più datate (che offrono meno spazio al paziente) ho avuto i miei bei problemi. Ma ho scoperto di essere in ampia e buona compagnia con diversi altri pazienti! Che per una realtà ahimè assai fastidiosa (ma diffusa e oggettivamente banale) non hanno gli onori della cronaca....Nè si crea un "caso"....