Stefano Tacconi accusato di tentata violenza privata insieme alla moglie

L'ex campione è accusato insieme alla moglie di tentata violenza privata ai danni di un gommista che gli avrebbe sostituito le ruote della monovolume durante un'estate a Ragusa

L'ex campione e portiere della Juventus Stefano Tacconi è accusato di tentata violenza privata ai danni di un gommista nel ragusano che aveva sostituito le gomme del campione nel 2014

Il gommista ha utilizzato tutti gli strumenti di legge in suo possesso per ottenere il pagamento del servizio reso all'ex campione sportivo ma non ci è riuscito, è dovuto ricorrere ad una denuncia formale. Il teste, sentito questa mattina in aula (riferisce Repubblica) ha dichiarato che:"Ad oggi non ho ancora ricevuto nulla".

L'accusatore aveva anche provato un approccio amichevole, chiamando lo sportivo a telefono ma ricevendo solo risposte evasive. La situazione è degenerata dopo poco tempo, quando Tacconi e la moglie ricevendo nuovamente le chiamate del gommista (che era con i due figli in officina) avrebbe iniziato ad insultarlo e a minacciare lo stesso.

Si compone un quadro chiaro per il pm che accusa l'ex sportivo, insieme alla moglie, di tentata violenza privata. Entrambi dovranno ora difendersi in aula con i due avvocati Elisabetta Renier e Guido Bruno.

Dopo l'accusa di un imbianchino, che avrebbe lavorato gratis a casa del campione, ora arrivano le pesanti accuse di un gommista di Ragusa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

federik

Lun, 24/09/2018 - 22:54

Questo "campione" con la terza media pensa che aver tirato due calci ad un pallone sia sufficiente per essere riverito........