Ultimo contro stampa e giuria: "Da casa erano il quadruplo"

Sanremo si chiude tra fischi (in sala), sfoghi in conferenza e tweet al veleno. Il cantante: "Salvini? Non mi interessa". E spunta un video in cui manda a quel paese i giornalisti

Ultimo contro stampa e giuria: "Da casa erano il quadruplo"

Prima i fischi in sala all'annuncio della classifica finale e dei tre cantanti sul podio, poi gli sfoghi in conferenza stampa, infine tweet al veleno. Il Festival di Sanremo si chiude tra le polemiche.

A infiammarle è soprattutto Ultimo, secondo classificato dietro Mahmood, che in sala stampa se l'è presa coi giornalisti: "Io non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere, a differenza di quello che avete detto voi, tirandomela", ha sbottato, "Voi avete questa settimana per sentirvi importanti e rompete il cazzo. La mia vittoria sarà dopo il Festival di Sanremo, i live, la gente che si riconosce in quello che scrivo. Sono contento di aver partecipato al Festival". E non manca di rispondere a Matteo Salvini e al suo endorsement sui social: "Io nel momento in cui scrivo le mie canzoni e poi escono, non m'interessa se piacciono a Salvini o al fornaio o al muratore..", taglia corto, "Io punto all'eccellenza, non al buono".

Oggi poi rincara la dose con un tweet al veleno (ora non più online): "La gente è la mia vittoria", cinguetta, "Da casa eravamo il quadruplo rispetto agli altri. Dalla parte vostra per sempre. Ci vediamo al tour e allo Stadio Olimpico".

Ma c'è anche un video che svela il carattere non proprio accomodante di Ultimo - al secolo Niccolò Moriconi -. Lo ha pubblicato Alberto Dandolo, giornalista di Dagospia sul suo account Instagram e mostra il cantante mentre attraversa la folla di reporter e operatori accompagnato da un bodyguard.

Una giornalista prova a fargli una domanda, lui passa oltre. "Grazie Ultimo", "Ma chi cazzo sei? ", "Simpatico", "Ciao Gesù", urla qualcuno ironizzando evidentemente su quello che viene considerato un atteggiamento un po' arrogante. E lui replica stizzito: "Ma vaff...". "Ultimo sì, ma in quanto a buona educazione", scrive Dandolo.

Sottolineando come la scena ripresa fosse l'apice di un rapporto burrascoso tra stampa e cantate: "Ecco come il giovane artista è stato solito rivolgersi ai giornalisti per tutta la kermesse sanremese. La neuro please!".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica