Veronica Pivetti confessa: “Sei anni di depressione, non bisogna vergognarsene”

Veronica Pivetti racconta a Domenica In di essere stata depressa per sei anni e manda un messaggio a tutti coloro che soffrono di questa malattia: "Fatevi aiutare, non nascondetevi"

Ospite di Domenica In, Veronica Pivetti ha raccontato di aver vissuto una depressione durata sei anni e inviato un messaggio a tutti coloro che ne soffrono affinchè si facciano aiutare perché “non è uno stato d’animo, ma una vera e propria malattia”.

Pronta per ritornare sul piccolo schermo con Amore Criminale su Rai 3, la Pivetti si è raccontata a cuore aperto negli studi televisivi di Mara Venier e, invitata proprio dalla conduttrice, ha rivelato di aver vissuto un periodo molto difficile. “Ho avuto una depressione bella tosta per 6 anni, da cui è uscito un libro comico. Era un problema lasciato alle spalle, ma un bagaglio – ha ammesso Veronica - . La depressione colpisce tante persone, è molto ‘democratica'. Quasi sempre viene sottovalutata ma, datemi retta, se ne può uscire”.

Ciò che ha voluto precisare la Pivetti, è che la depressione è una vera e propria malattia di cui non bisogna vergognarsi. Molti depressi, infatti, tendono a nascondersi e questo è, forse, l’atteggiamento meno giusto per affrontare e superare il problema. “La cosa più sbagliata è vergognarsene, non bisogna nascondersi – ha aggiunto ancora l’ospite di Mara Venier - . Siamo tutti imperfetti e tutti possiamo attraversare un momento di grande difficoltà. Io in quel momento ero in una grande difficoltà”. “La depressione non è uno stato d'animo, è una malattia e va curata – ha continuato a precisare la Pivetti - . Bisogna prendere le medicine, andare dallo psichiatra se necessario. Io ho fatto tutte queste cose”.

Dopo un percorso lungo e molto difficile, quindi, Veronica Pivetti è riuscita ad uscirne, ma sa che questo genere di malattia spesso non viene compreso dalle persone che ti stanno vicino. “Preparatevi, da molte persone non verrete capiti – ha detto ancora riferendosi a chi vive (o ha vissuto) il suo stesso problema - .Il depresso è considerato una persona molto pesante, bisogna avere persone che ti vogliano molto bene e che ti sopportino così. E non è facile. Il passo determinante è decidere di farsi aiutare”. “Devono aiutarti fuori dalla famiglia – ha concluso l’ospite di Domenica In - .In famiglia ti devono tollerare e voler bene, ma è determinante l'aiuto dei medici”.