Wanda Nara massacrata per la foto provocante: "Che grande t..."

La moglie di Mauro Icardi è stata letteralmente presa di mira dalla rete per una foto pubblicata sui social

Wanda Nara massacrata per la foto provocante: "Che grande t..."

I personaggi famosi sanno che purtroppo devono convivere ogni giorno con attacchi, insulti e magari qualche complimento della rete. Perché avere tanti fan ha i suoi pro e i suoi contro. Un vestito troppo corto può portare a migliaia di complimenti, ma anche a migliaia di insulti. E questo è esattamente quello che è successo a Wanda Nara. La moglie di Mauro Icardi è stata presa di mira per l'ennesima volta dagli utenti. Il motivo? Una foto provocante. Una volto sensuale. Ma questo non giustifica niente e nessuno. Anche se lei sapeva benissimo che con questo scatto avrebbe scatenato un putiferio. A lei in fondo piace provocare.

La bellissima bionda, infatti, ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto mentre è appoggiata a un tavolo da biliardo. E scrive a corredo della foto: "Non mi piace perdere". Apriti cielo. Il web è partito, si è letteralmente sbizzarrito. Il motivo? La scollatura piuttosto profonda? La posa di Wanda Nara? Mistero. Fatto sta che l'hanno completamente massacrata.

Gli insulti che sono stati rivolti alla moglie di Mauro Icardi sono tantissimi. Alcuni sono irrepetibili. Ne riportiamo alcuni per farvi capire la portata delle parole grosse. "Ti piacciono le palle", "Che grande troia", "Sai dove ti mettere quelle palle?", etc. etc. etc.

Ma qual è stata la colpa di Wanda Nara per meritarsi un trattamento del genere? Avere pubblicato una foto provocante, una delle tante, visto che il suo profilo Instagram è pieno zeppo di foto simili. Ma questa volta (magari fosse solo questa volta) c'è stata una totale esasperazione. Esasperazione alla quale Wanda Nara ha preferito non rispondere.

E purtroppo quello che è successo a lei, ogni giorno succede a centinaia di altre donne.

no me gusta perder ...non mi piace perdere

Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_icardi) in data:

Commenti