Atalanta, il Papu Gomez riceve la benemerenza civica di Bergamo

Alejandro Gomez ha ottenuto la benemerenza civica da parte del Comune di Bergamo: " Bergamasco non solo si nasce ma si diventa e grazie al vostro senso di appartenenza"

Alejandro Papu Gomez è il capitano, il vero punto di forza dell'Atalanta dei miracolo di Gian Piero Gasperini. Il 31enne argentino, infatti, è alla sua sesta stagione in nerazzurro e fino a questo momento sono 212 le presenze condite da 52 reti in tutte le competizioni. L'ex giocatore di Catania e Metalist è anche uno degli esterni d'attacco più forti della Serie A e diverse volte è stato sul punto di lasciare con Roma, Napoli, Inter e Milan pronti a fare carte false pur di accaparrarselo ma alla fine è sempre rimasto fedele a Bergamo.

Questa fedeltà gli è valsa una benemerenza civica da parte del Comune di Bergamo nella figura del sindaco Giorgio Gori e dal presidente del consiglio comunale Ferruccio Rota durante il consiglio comunale straordinario presso il Teatro Sociale di Città Alta. "Un rappresentante della bergamaschità che arriva da molto lontano e vi ha aggiunto un tocco di fantasia tipico della sua terra. È il simbolo di una comunità aperta al mondo in cui non conta dove si è nati. Personalmente gli avrei dato il premio solo per il gol di ieri al Milan".

Gomez ha ricevuto questo prestigioso riconoscimento e tra le motivazione della benemerenza si legge: "È il capitano e il simbolo dell'Atalanta europea che ha toccato il livello più alto della sua centenaria storia, cui ha contribuito col suo estro; come capitano si è sempre distinto in campo per sportività e professionalità; ha contribuito, con squadra e allenatore, a far conoscere e valorizzare il nome della nostra città in Europa. Negli ultimi anni ha rifiutato diverse offerte da grandi squadre scegliendo di sposare la causa atalantina; ha deciso di vivere a Bergamo anche dopo la carriera calcistica diventando parte integrante della nostra città".

L'argentino ha poi postato il tutto sul suo profilo Instagram per ringraziare la città di Bergamo per questo prestigioso riconoscimento: "È un vero onore ricevere la benemerenza civica a Bergamo. Città che mi ha accolto fin dal primo anno e che mi ha adottato come a un figlio. Bergamasco non solo si nasce ma si diventa e grazie al vostro senso di appartenenza ho imparato i vostri valori che mi hanno aiutato a essere un miglior giocatore ma sopratutto una migliore persona".

Chiusura con i ringraziamenti a famiglia, città, tifosi e dirigenza dell'Atalanta:"Grazie di cuore alla mia famiglia per essere sempre con me, grazie a tutto il popolo bergamasco, grazie alla famiglia Percassi, ma sopratutto ai miei compagni di squadra, perché senza di loro non avrei potuto realizzare questo sogno. Dalla Argentina a Italia. Da Catania a Bergamo. Non smettete mai di sognare".

È un vero onore ricevere la benemerenza civica a Bergamo. Città che mi ha accolto fin dal primo anno e che mi ha adottato come a un figlio. Bergamasco non solo si nasce ma si diventa e grazie al vostro senso di appartenenza ho imparato i vostri valori che mi hanno aiutato a essere un miglior giocatore ma sopratutto una migliore persona. Grazie di cuore alla mia famiglia per essere sempre con me, grazie a tutto il popolo bergamasco, grazie alla famiglia Percassi, ma sopratutto ai miei compagni di squadra, perché senza di loro non avrei potuto realizzare questo sogno. Dalla Argentina a Italia. Da Catania a Bergamo. Non smettete mai di sognare ... . #atalantabc #bergamo @comunedibergamo @atalantabc @giorgiogori1

Un post condiviso da ıllıllı Papu Gomez ıllıllı (@papugomez_official) in data:


@giorgiogori1

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.