Bacca punge: "Al Milan nel momento peggiore della sua storia"

Bacca ha spiegato i problemi del Milan: "Si poteva fare meglio, anche se sul piano personale sono soddisfatto: serviva l'aiuto della dirigenza"

Bacca punge: "Al Milan nel momento peggiore della sua storia"

Carlos Bacca ha vestito la maglia del Milan per due anni con cui ha messo insieme 77 presenze condiete da 34 reti in tutte le competizioni. Dopo l'idillio iniziale, i tifosi rossoneri hanno iniziato a non sopportare più l'ex attaccante del Siviglia finito spesso nel mirino della critica. Bacca, in estate è tornato in Spagna al Villarreal in prestito oneroso, a 2 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 16, e ai microfoni di W Radio Colombia ha criticato il club rossonero: "Gli anni passati al Milan sono stati soddisfacenti per me sul piano personale, ho raggiunto l’obiettivo stabilito. Si poteva fare meglio, però serviva l'aiuto della dirigenza. Ero nel peggior Milan della storia"

Bacca ha spiegato il problema del Milan e ha parlato del suo momento al Villarreal: "Dopo trentuno anni il presidente Berlusconi voleva vendere il club. Con l'allenatore e la nuova dirigenza avevamo idee diverse, ma vado avanti a testa alta perché il Milan è in Europa e ho dato il mio contributo. Sono soddisfatto che il Milan sia tornato in Europa, era un mio obiettivo quando lasciai il Siviglia. Villarreal? Sono contento di come il club e la gente mi hanno accolto. Ho voglia di dare del mio meglio per la squadra. Stiamo migliorando con il cambio di allenatore e abbiamo ancora margine di miglioramento. L’obiettivo è andare in Europa e fare bene l’Europa League, dando il meglio per noi e per la gente".

Commenti