L'orrore nel garage: il suicidio choc dell'ex calciatore dell'Avellino

Il calciatore, svincolato dopo una lunga carriera tra i dilettanti, è stato trovato impiccato in un garage di Battipaglia

L'orrore nel garage: il suicidio choc dell'ex calciatore dell'Avellino

Una notizia tragica scuote il mondo del calcio: l'ex calciatore dell'Avellino Filippo Viscido, centrocampista di 31 anni, è stato trovato impiccato nella serata di domenica in un garage a Battipaglia, cittadina in provincia di Salerno dove viveva. Le cause del decesso sarebbero legate ad un gesto volontario: il calciatore si sarebbe tolto la vita, al momento sono sconosciuti i motivi del gesto.

Gli agenti del commissariato di Battipaglia si sono immediatamente recati sul posto e trovato il corpo senza vita, hanno avviato le indagini al fine di ricostruire l'accaduto e le motivazioni alla base del terribile gesto. Viscido avrebbe compiuto 32 anni tra pochi giorni, il prossimo 5 giugno. Lascia la moglie Mina e i due figli Naomi e Domenico. La notizia ha sconvolto chiunque conosceva il ragazzo, come tutte le tifoserie che lo avevano ammirato da calciatore e chiunque l'avesse incrociato durante la sua carriera. Il centrocampista originario di Battipaglia aveva cominciato la propria carriera nel Chieti e aveva toccato il punto più alto con l'Avellino, indossando la maglia biancoverde dal 2009 al 2011 prima in Serie D e poi in C2.

Nel mezzo una lunghissima carriera sui campi dilettantistici con Pomigliano, Cavese, Battipagliese, Campobasso, Potenza, Savoia, Licata, Ariano Irpino, Sorrento, Leonfortese, Palmese, Chieti, Virtus Avellino, Afragolese e Salernum Baronissi. Dopo quest'ultima esperienza, Viscido era svincolato dopo lo stop delle categorie minori a causa del Covid-19. Tantissimi messaggi di cordoglio dalle sue ex squadre. Il più bello è quello dell'Afragolese, attualmente militante in Serie D, che ha voluto dedicargli uno splendido e commosso messaggio : "La vittoria più bella nel giorno sbagliato. Oggi 3 punti importanti, poi la terribile notizia. Non sappiamo cosa ti abbia spinto a compiere un tale gesto. Sappiamo solo che il tuo sorriso, la tua energia, la tua voglia di vivere resteranno per sempre nei nostri cuori. Grazie Pippo. Grazie per i momenti che hai dedicato a questa Società, a questa città ed a tutti i tifosi rossoblù. Ci stringiamo all'immenso dolore che ha colpito la famiglia Viscido. Riposa in pace Pitbull".

La squadra napoletana, inoltre, ha lanciato una sottoscrizione per sostenere la famiglia del calciatore tragicamente scomparso: "Ognuno di noi ha un ricordo positivo di Pippo Viscido, uno dei protagonisti del doppio trionfo rossoblù della scorsa stagione. Pippo ha lasciato un vuoto enorme dentro tutti noi e sarebbe bello, provare a ricambiare con un contributo verso la sua famiglia, distrutta dal dolore di questa terrificante tragedia, ciò che lui ha regalato ai nostri colori". Tra i tanti messaggi in memoria del ''pitbull'', come Viscido fu soprannominato ad Avellino, anche quello di Dino Fava Passaro, ex attaccante tra le altre di Udinese, Bologna e Salernitana, che sui social ha condiviso una foto che li ritrae insieme. I due avevano giocato assieme proprio nell'Afragolese: "Poi all'improvviso ti arrivano quelle notizie che ti sconvolgono la giornata… Perché Filippo Viscido grande uomo, grande guerriero.. riposa in pace amico mio".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?