Milan, Ibrahimovic positivo al Coronavirus

Il centravanti del Milan Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al tampone del coronavirus ed è ora in quarantena. Il 38enne salterà la sfida di Europa League contro il Bodo-Glimt

Brutta tegola per il Milan di Stefano Pioli che perde Zlatan Ibrahimovic per la gara di questa sera in Europa League contro i norvegesi del Bodo-Glimt e non solo. Lo svedese, infatti, è risultato positivo al coronavirus ed è stato dunque messo in quarantena da parte del club rossonero. Il 38enne di Malmo, come tutti i suoi compagni di squadra, è stato sottoposto al tampone dopo che il compago di squadra Leo Duarte era risultato positivo al covid-19 il giorno seguente alla vittoria in campionato contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic.

Il club rossonero ha ufficializzato la positività di Ibra su tutti i suoi canali ufficiali: "AC Milan comunica che Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al tampone effettuato per la partita odierna, Milan-Bodø/Glimt. Informate le autorità sanitarie competenti, il giocatore è stato prontamente posto in quarantena a domicilio. Tutti gli altri tamponi effettuati sul gruppo squadra sono risultati negativi", la cosa positiva è che tutti gli altri calciatori siano risultati negativi.

Attacco spuntato

Questa sera Pioli avrà l'attacco spuntato contro il Bodo-Glimt, nel match valido per il secondo turno preliminare di Europa League. Con la squalifica di Ante Rebic e l'indisponibilità di Rafael Leao che ha dovuto affrontare la positività al covid nei giorni scorsi, l'assenza del leader del Milan diventa ancora più pesante dato che mancherà un giocatore d'esperienza e un punto di riferimento per i compagni.

Il giovane Colombo, però, avrà la chance di potersi mettere in mostra a San Siro. Il prodotto della cantera del club di via Aldo Rossi avrà un bel peso sulle spalle dato che dovrà guidare l'attacco del Milan in un match dove i rossoneri partono con il favore del pronostico ma che potrà rappresentare delle insidie a maggior ragione che mancherà uno di peso in tutti i sensi come Zlatan Ibrahimovic.

Zlatan a rischio

Ibrahimovic non salterà solo il match di Europa League di questa sera ma anche il prossimo match di campionato contro il Crotone di Giovanni Stroppa e non solo dato che molto probabilmente non potrà esserci anche contro lo Spezia la settimana successiva e prima ancora in Europa League contro la vincente di Rio Ave-Besiktas, ma solo se supererà questa sera il Bodo-Glimt. Ora Ibra si trova in isolamento e solo dopo un periodo di quarantena sarà sottoposto nuovamente a dei tamponi per verificare l'avvenuta negatività e il reintegro in gruppo.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maxmado

Gio, 24/09/2020 - 16:40

Come più d'uno ha detto, priorità alla scuola, i club di serie A potrebbero fallire? Verranno rifondati se qualcuno vorrà farlo. A catena falliranno od avranno problemi anche i principali broadcaster che del calcio fanno il loro piatto principale? Anche loro se qualcuno vorrà risorgeranno. Altrimenti ce ne faremo una ragione. Il vero dramma è che se all'italiano medio togli tutto, anche la carne dalle ossa, finché si può vedere la sua bella partita, non gliene frega nulla. Al contrario, ha tutto e gli togli il calcio è disperato. Sembra come "l'aereo più pazzo del mondo", quando l'altoparlante annuncia disastri a ripetizione (ali spezzate, motori in fiamme, ecc....) e tutti sono tranquilli, appena annuncia la fine del caffè tutti si disperano, ecco noi siamo così.