Il mercato è chiuso: tutti i colpi delle big

La sessione invernale del calciomercato si è chiusa ufficialmente. Attive Inter, Fiorentina, Milan e Napoli. La Roma punta sui giovani, la Juventus cede. Lazio immobile

La sessione invernale del calciomercato si è ufficialmente conclusa alle ore 20 di oggi, alle 21 per le sei squadre impegnate domani in campionato. La regina indiscussa è stata l'Inter che si è mossa molto bene rinforzando e ampliando la rosa di Antonio Conte con gli innesti di Victor Moses, Ashley Young e con la ciliegina sulla torta Christian Eriksen. Unico neo non aver preso un vice Lukaku con Giroud corteggiato da inizio gennaio e po abbandonato.

La Juventus ha venduto quattro giocato e acquistato il solo Kulusevksi ma per giugno, mentre il Milan ha riportato alla base Laxalt, perché saltato all'ultimo il giovane Robinson, ha preso Saelemaekers più Simon Kjaer e Zlatan Ibrahimovic. I rossoneri hanno poi ceduto Ricardo Rodriguez, Piatek, Borini, Suso, Reina e Caldara. Bene anche il Napoli e la Fiorentina di Commisso letteralmente scatenata tra operazioni chiuse per gennaio e giugno, da rivedere la Roma che ha acquistato tre giovani calciatori, di cui uno dal Barcellona, bocciata la Lazio che ha ceduto Durmisi e Berisha ma è praticamente rimasta immobile facendo illudere i tifosi con il colpo last minute Giroud

La Juventus non cambia

I bianconeri sono primi in campionato, agli ottavi di Champions League e in semifinale di Coppa Italia. La rosa a disposizione di Sarri è ampia e sono stati ceduti i quattro esuberi praticamente fuori dal progetto del tecnico toscano. Il portiere Mattia Perin è passato al Genoa, Mario Mandzukic è andato in Qatar, Marko Pjaca è andato in Belgio all'Anderlecht mentre Emre Can è stato ceduto per quasi 30 milioni di euro al Borussia Dortmund. In entrata come detto il solo Dejan Kulusevski, per cui sono stati investiti 44 milioni di euro, ma per giugno.

Inter, tre colpi da scudetto

La famiglia Zhang ha dato mandato a Marotta e Ausilio di rinforzare la rosa da mettere nelle mani di Conte e puntulmente questo è avvenuto. Perso Vidal la dirigenza si è fiondata su Christian Eriksen per cui sono stati investiti 15 milioni di euro di parte fissa più 5 di bonus. Sulle fasce ecco la qualità, la quantità e l'esperienza di Ashley Young e Victor Moses. Sfumato il vice Lukaku si punterà sul rilancio di Sanchez e sulla voglia di emergere di Sebastiano Esposito. In uscita bene la cessione di Matteo Politano per 25 milioni di euro al Napoli, di Gabigol per 17,5 milioni al Flamengo più i prestiti di Federico Dimarco al Verona e di Valentino Lazaro al Newcastle con diritto di riscatto a 23 milioni di euro.

Il Milan sfoltisce e puntella

Il Milan ha più badato a cedere che ad acquistare. Simon Kjaer è venuto a Milano per rimpiazzare Mattia Caldara passato all'Atalanta. Hanno salutato Milanello anche Pepe Reina andato in Premier League all'Aston Villa, Suso passato al Siviglia, Ricardo Rodriguez andato al Psv, Fabio Borini nuovo giocatore dell'Hellas Verona e Piatek ultimo acquisto dell'Herta Berlino di Klinsmann. Alla corte di Pioli, invece, oltre al difensore danese sono arrivati Asmir Begovic in porta, Diego Laxalt come vice Theo Hernandez e Zlatan Ibrahimovic in attacco.

La Roma punta sui giovani. Lazio bloccata

Fonsenca ha lasciato partire a malincuore Alessandro Florenzi passato in prestito al Valencia: unica cessione della Roma. In arrivo invece il difensore Ibanez, il centrocampista Villar e la punta, dal Barcellona, Carles Perez. Igli Tare ha "illuso" i tifosi con la suggestione Giroud che è durata solo qualche ora: il francese è rimasto al Chelsea con buona pace di tutti. In uscita il centrocampista Berisha e Durmisi.

De Laurentiis accontenta Gattuso

Il Napoli si è mosso molto sul mercato in entrata con gli acquisti a centrocampo di Lobotka e Demme, mentre in attacco sono arrivati Matteo Politano dall'Inter e Andrea Petagna dalla Spal: l'ex Milan però resterà tra le fila dei ferraresi fino a giugno. Preso anche il difensore Rrhamani ma per giugno: resterà fino a fine anno al Verona. In uscita solo Ciciretti e Tonelli.

Fiorentina scatenata

Commisso ha dichiarato di aver speso 300 milioni di euro per la Fiorentina in sette mesi e a gennaio non si è affato risparmiato, anzi. In attacco è arrivato Cutrone, a centrocampo Duncan e Agudelo, in difesa Igor. La viola ha anche acquisito il cartellino di Kouamé attualmente fermo ai box e quello di Amrabat che arriverà alla corte di Iachini solo a giugno avendo già giocato per due squadre nel 2019-2020. Ceduti Ranieri, Eysseric, Pedro, Dabo, Rasmussen e Cristoforo.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.