Cantamessa: "Gli scudetti della Juventus sono 25. E il gol di Muntari..."

L'avvocato Leandro Cantamessa ha rilasciato alcune pesanti dichiarazioni sulla Juventus: "Gli scudetti non sono né 38, né 36 ma 25, anzi 24 dopo Inter-Juve del 2018"

La Juventus è la squadra che ha vinto più scudetti in Italia ed è anche la più bersagliata dai tifosi avversari, soprattutto dopo lo scandalo Calciopoli, nel 2006. In tanti in questi 14 anni hanno espresso i loro giudizi e pareri con i club bianconero che ha pagato con quel triste episodio per il calcio nostrano con la retrocessione di Serie B. Leandro Cantamessa, legale di fiducia del Milan, ha deciso di entrare in tackle sulla Juventus ai microfoni di Radio Kiss Kiss ricordando diversi episodi arbitrali sempre ad appannaggio della Vecchia Signora.

Cantamessa al veleno

Cantamessa ha prima affrontato il tema Juventus-Napoli con i bianconeri che hanno vinto quella partita a tavolino in quanto gli azzurri non si sono presentati con l'Asl che ha di fatto vietò alla squadra di Gattuso di partire per Torino per via di alcuni casi di coronavirus tra la rosa partenopea: "Juventus-Napoli? Fossi stato il presidente del Napoli avrei mandato la squadra azzurra a giocare a Torino a prescindere dal divieto dell'ASL, ma penso che alla fine avrà ragione Gattuso, perché il punto sarà restituito al club azzurro. De Laurentiis andrà fino al tar, ne sono fermamente convinto di questa cosa".

Il legale del Milan ha poi affondato il colpo sul numero degli scudetti della Juventus: "Da milanista dico che non sono né 38 e nemmeno 36, ma 25 addirittura. Ci sono tanti episodi che mi fanno essere sicuro di quello che sto dicendo in questo momento. Quante volte abbiamo visto lo scudetto ad un passo e poi abbiamo perso tutto. Gol di Muntari? Non lo so come si fa a non vedere un gol del genere, Galliani era inferocito, ma il Cavaliere Berlusconi era molto sereno. Ma quel gol è costato tanto alla società rossonera- Anzi, dopo Inter-Juve del 2018, facciamo 24 scudetti e non se ne parla più". Cantamessa ha poi tirato in ballo anche l'episodio Ronaldo-Iuliano del campionato 1997-98 culminato con la vittoria bianconera: "L'Inter, poi, si lamenta di un rigore non dato a Ronaldo nel 1998, e quello è un episodio che mi fa arrabbiare anche oggi".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Antonio43

Sab, 05/12/2020 - 14:53

Avvocà rosica, rosica avvocà!!!

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 05/12/2020 - 16:57

anche il gol di TURONE era valido. FORZA MAGGICA ROMA.

baio57

Sab, 05/12/2020 - 17:30

Anno 1975 : Como-Juve 2-1 siamo al novantesimo ,i pigiamati non riescono a pareggiare ed ecco il coniglio estratto dal cilindro, l'arbitro assegna una punizione dal limite per ..udite udite...bestemmia di un difensore del Como...tiro deviato ..rete 2-2 .

Ritratto di OneWolf

OneWolf

Dom, 06/12/2020 - 11:06

I prescritti dovrebbero solamente tacere

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 07/12/2020 - 10:33

MARIUOLIIIIIIIIIIIIIII!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 07/12/2020 - 10:38

... avvocato, non deve neanche dimenticare che per lunghi periodi la triade(juve, inter e milan)si sono divisi amichevolmente una cinquantina di scudetti con "l'equazione matematica" uno a te, uno a me e l'altro a te!