Ciro Esposito: De Santis fece fuoco dopo essere stato accoltellato?

Colpo di scena nella vicenda Ciro Esposito. Alla base dei colpi esplosi dal De Santis potrebbe esserci un'aggressione a quest'ultimo, come dimostrano le ferite all'addome di cui sarebbe stato vittima il tifoso giallorosso

Per la vicenda Esposito, nuovi ipotesi vagliati dai Magistrati

Emergono nuovi particolari sulla sparatoria che nel Maggio scorso ha portato al tragico ferimento e, dopo un mese, alla morte di Ciro Esposito, tifoso napoletano che si stava recando allo stadio per assistere all'atto conclusivo della Coppa Italia, che vedeva impegnate la sua squadra e la Fiorentina. Secondo quanto stabilito dai medici che hanno in cura l'ultrà romanista che ha sparato, esiste la possibilità che quest'ultimo lo abbia fatto dopo essere stato vittima di un'aggressione a colpi di coltello.

Questo particolare non era mai emerso prima d'ora e senza dubbio se questa dinamica dei fatti venisse confermata, la posizione di De Santis cambierebbe sensibilmente. Le cartelle cliniche sono state già richieste dai Magistrati che indagano sui tragici fatti di quella sera di inizio Maggio e andranno ad unirsi alla relazione consegnata agli inquirenti dal Racis. Secondo tale relazione, De Santis usò la pistola quando si ritrovò circondato dai tifosi campani e quando si vide in pericolo, perchè picchiato senza possibilità di difendersi. I medici avrebbero ora stabilito che il tifoso romanista sarebbe stato vittima non solo di un violento pestaggio, ma anche di un accoltellamento all'addome, ipotesi avvalorata anche dal rinvenimento nei pressi dell'agguato di un coltello a serramanico, su cui sono state rinvenute tracce di sangue appartenenti allo stesso tifoso giallorosso. Quello che risulta strano è che al Gemelli, dove il tifoso fu trasportato d'urgenza, non fu segnalata questo particolare nel referto e che si è dovuto attendere quello dei sanitari dell'ospedale di Viterbo, che come detto, getta una luce totalmente nuova su quanto avvenne per la strada verso lo stadio Olimpico.

Ora non resta che attendere i prossimi giorni, dove senz'altro vi saranno altre novità e si comprenderà meglio come si siano svolti realmente i fatti, per appurare la verità su quel maledetto pomeriggio che ha visto morire un tifoso partenopeo senza ancora un perchè.