Coronavirus, bufera su Georgina Rodriguez: pizzicata a fare shopping

La compagna di Cristiano Ronaldo è stata paparazzata in centro a Funchal intenta a fare shopping in piena emergenza coronavirus. Media scatenati contro la modella spagnola

La fidanzata di Cristiano Ronaldo, Georgina Rodriguez, è finita nella bufera in Portogallo per una sua uscita galeotta per fare shopping durante il periodo di isolamento suo e del suo compagno per la positività dei compagni di squadra Daniele Rugani e Blaise Matuidi. Secondo quanto riporta il tabloid inglese The Sun, la sexy modella spagnola è stata pizzicata per le vie di Funchal ma non per acquistare beni di prima necessità. Il Daily Mail è entrato in tackle nei confronti della compagna dell'ex attaccante di Real Madrid e Manchester United: "Un abito che non sembrava proprio adatto ad andare in farmacia o dal medico ma da shopping". Cristiano Ronaldo è stato invece rintanato in casa in compagnia dei figli e della madre Dolores che qualche giorno fa aveva avuto un ictus.

In Portogallo non hanno preso affatto bene questa uscita, in tutti i sensi, da parte di Georgina che proprio ieri sera su Instagram aveva postato una foto con una lunga didascalia aderendo alla campagna social #yomequedoencasa, l'equivalente in italiano di #iorestoacasa: "Nei momenti difficili bisogna avere fede e cercare il lato positivo delle cose. È un buon momento per riflettere e valorizzare quello che abbiamo. L’importanza delle piccole cose e stare in famiglia".

Georgina aveva poi concluso il suo messaggio social con un invito a tutti a tutelare la salute propria e degli altri chiudendo con un'altra grande massima social che sta impazzando in questi giorni #distantimauniti: "La salute è la cosa più importante, noi stiamo bene. Coraggio a tutti quelli che lottano contro il virus, vi mandiamo i nostri migliori auguri di guarigione. Distanti ma sempre uniti".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.