Donnarumma "massacrato": cosa sta succedendo

A fine partita Donnarumma è andato a salutare il suo ex compagno di squadra Reina con i tifosi che non hanno apprezzato le sue risate. La sua posizione al Milan si fa sempre più delicata

Donnarumma "massacrato": cosa sta succedendo

Il Milan di Stefano Pioli ha perso per 3-0 in casa della Lazio di Inzaghi compromettendo la qualificazione alla Champions League. Tutta o quasi la squadra rossonera ha giocato una partita sottotono e l'unico della retroguardia a guadagnarsi la sufficienza è stato il portiere e capitano Gianluigi Donnarumma. Il 22enne campano, però, è stato protagonista di un gesto che ha fatto infuriare e non poco i tifosi rossoneri.

Risate

Gianluigi Donnarumma al triplice fischio dell'arbitro Orsato è andato a salutare il suo ex compagno di squadra epReina e fin qui niente di male. Quello che ha scatenato la rabbia dei tifosi sono state le risate del capitano del Milan che nonostante la sconfitta ha trovato un motivo pe sorridere, a detta di molti supporter del Diavolo e non solo che l'hanno aspramente criticato sui social.

Rinnovo in salita

Donnarumma, Mino Raiola e il Milan stanno ancora discutendo sul rinnovo di contratto che tarda ad arrivare e che sta facendo irritare un po' tutto l'ambiente. Secondo quanto riporta Sky Sport, infatti, la richiesta dell'entourage di Gigio sarebbe di 12 milioni di euro mentre l'offerta del club non va oltre i 7 milioni di euro più bonus. Le parti sono sempre più distanti e a meno di un mese dalla fine del campionato, con la Champions ancora in bilico, anche il rinnovo di contratto di Donnarumma diventa un problema per il Milan.

Prima del match contro la Lazio il ds del Milan Ricky Massara aveva parlato così in merito al rinnovo di contratto del portiere di Castellammare di Stabia e al suo possibile sostituto:"Donnarumma e Maignan? La nostra posizione non cambia: abbiamo fiducia totale in Gigio e ci auguriamo possa arrivare un'intesa, ma siamo tutti concentrati, a partire da Gigio", il club non intende fare passi avanti e ora toccherà al ragazzo fare un passo indietro dimostrando attaccamento alla maglia o le strade si separeranno.

Di certo non è ottimale arrivare a giocarsi la fase finale del campionato con il portiere, il capitano in scadenza di contratto e con gli Europei di calcio alle porte. ll rischio concreto che il club lo perda a zero è concreto con Juventus e club esteri che stanno alla finestra aspettando l'evolversi della situazione.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti