Ecclestone punge: "Ferrari? Gestione all'italiana"

Ecclestone, capo della Formula 1, attacca la Ferrari per via dei cattivi risultati ottenuti in questa stagione ma anche per la gestione degli ultimi anni

Ecclestone punge: "Ferrari? Gestione all'italiana"

Bernie Ecclestone, il CEO della Formula Uno, ha punto il dito contro la Ferrari con un'intervista al veleno ai microfoni di formula1.com: "Spero che la Ferrari possa iniziare a vincere qualcosa. Hanno bisogno di aiuto? Forse Maurizio Arrivabene ha bisogno di un supporto sulla falsa riga di quello della Mercedes. E se avesse un aiuto come la Mercedes allora vincerebbe delle gare, di certo. D’altra parte, sono anche convinto che la Ferrari vincerà molto il prossimo anno".

Ecclestone è poi entrato nello specifico, affermando di non invidiare per niente il lavoro di Arrivabene: "Quando andai a Maranello, era un team tutto italiano ed erano un po’ stupiti che ci fosse uno straniero in scuderia. Ma gli ho detto che se avessero vinto il Mondiale come giustificazione, con ogni probabilità, avrebbero trovato un antenato siciliano anche nella famiglia di Jean Todt. Ora, però, la Ferrari è tornata veramente ad essere tutta italiana e come tale è gestita: per questa ragione non invidio per niente il lavoro di Arrivabene e non intendo farlo".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento