L'Inter si prende Hakimi: perché è un colpo pesante

Inter e Real Madrid stanno per definire l'affare Hakimi: agli spagnoli una cifra di circa 40 milioni di euro per il 21enne marocchino che segnò due reti ai nerazzurri in Champions lo scorso mese di novembre

L'Inter sta per piazzare il primo grande colpo di mercato in vista della stagione 2020-2021. Il club di Viale della Liberazione sta infatti chiudendo per l'acquisto del terzino destro di spinta, attualmente al Borussia Dortmund ma di proprietà del Real Madrid, Achraf Hakimi. Secondo quanto riporta Sky Sport il 21enne marocchino avrebbe già dato il suo assenso al trasferimento in nerazzurro con il club che è pronto a investire una cifra importantissima per strapparlo alla concorrenza delle più grandi squadre europee: 40 milioni di euro.

In dirittura d'arrivo

Beppe Marotta e Piero Ausilio si sono mossi con largo anticipo bruciando la concorrenza di Bayern Monaco, Manchester City, Borussia Dortmund, che avrebbe voluto riscattarlo dopo due anni di prestito, e altri club importanti pronti a fare follie per il terzino di spinta che è di fatto un'ala per la sua grande propensione offensiva. L'affare sarebbe in dirittura d'arrivo con Inter e Real Madrid già d'accordo sulla valutazione del calciatore e sulle modalità d'acquisto.

Il ragazzo ha dato il suo benestare all'arivo in Serie A e in uno dei club più importanti che con questo colpo ha tutte le intenzioni di mandare un chiaro messaggio alla Juventus in vista della prossima stagione. Nelle ultime settimane era circolato con insistenza anche il nome del grande ex Joao Cancelo, con un passato di un anno anche alla Juventus, ma la scelta dell'Inter è ricaduta su un calciatore più forte, completo e giovane di ben quattro anni rispetto al collega portoghese.

Una freccia per Conte

Antonio Conte vuole archiviare il più in fretta possibile questa stagione che è stata condizionata dalla pandemia da coronavirus e che sta un po' deludendo le aspettative dei tifosi anche se mancano ancora undici giornate da dover disputare più l'Europa League dove i nerazzurri giocheranno gli ottavi di finale, in gara secca contro gli spagnoli del Getafe. Le fasce sono da sempre un problema per l'Inter: quest'anno a destra il rendimento di Antonio Candreva è stato buono ma i suoi 33 anni hanno fatto suonare il campanello d'allarme dato che né Valentino Lazaro tra settembre e gennaio, né Victor Moses da fine gennaio ad oggi hanno soddisfatto il tecnico leccese.

I tifosi dell'Inter si ricordano bene di Hakimi che nella sfida di Champions League tra Borussia Dortmund e i nerazzurri realizzò due reti alla squadra di Conte. Lautaro Martinez e Vecino portarono l'Inter sullo 0-2 ma un secondo tempo sontuoso da parte dei gialloneri e pessimo dei nerazzurri ribaltarono il match che si chiuse con il 3-2 finale in favore dei tedeschi. Hakimi fu il grande protagonista dato che segnò il primo e il terzo gol dell'incontro incantando con 45 minuti davvero di alto livello.

Hakimi è nato a Madrid ma ha passaporto marocchino e nel corso della sua giovane carriera ha già maturto tanta esperienza. Nel 2017-2018 viene aggretato alla prima squadra dei blancos dove colleziona 17 presenze e due reti nonostante la giovanissima età. Nel 2018 passa al Borussia Dortmund con un prestito biennale e avviene la definitiva esplosione soprattutto quest'anno con 9 reti in 45 presenze. L'Inter si è assicurata il terzino del futuro con Hakimi che andrà a riempire una casella importante nel nuovo scacchiere tecnico-tattico della squadra di Conte. Suning ha tutte le intenzioni di costruire una squadra in grado di competere con la Juventus e in Europa già a partire dalla prossima stagione che dovrà essere quella del rilancio per i colori nerazzurri.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.