Questi due colpi possono ribaltare il campionato

Vidal è ufficialmente un calciatore dell'Inter: contratto biennale per il cileno che prenderà la maglia numero 22. La Juventus si riprende Morata e rinforza l'attacco

Questi due colpi possono ribaltare il campionato

Antonio Conte può finalmente esultare: Arturo Vidal è ufficialmente un giocatore dell'Inter per la gioia dei tifosi nerazzurri e del tecnico salentino che spingeva per averlo già dalla scorsa estate. Il 33enne cileno dopo essere sbarcato a Milano Linate nella serata di domenica ha svolto nella giornata di ieri le consuete visite mediche di rito ed ha siglato un contratto biennale da 6 milioni di euro netti a stagione, più bonus legati ai risultati personali e di squadra con opzione per una terza stagione. Vidal sarà già a disposizione di Conte a partire da oggi per preparare la sfida di sabato sera contro la Fiorentina di Beppe Iachini con l'ex Juventus che si candida almeno per giocare uno spezzone di partita con la sua nuova squadra.

Il tassello mancante

Arturo Vidal va a completare in maniera prepotente il centrocampo di Antonio Conte che può già contare su giocatori del calibro di Nicolò Barella, Stefano Sensi, Marcelo Brozovic, Christian Eriksen, Radja Nainggolan, Roberto Gagliardini più gli "esuberi" Joao Mario e Matias Vecino. Il cileno sbarca a Milano dopo le esperienze degli ultimi anni tra le fila di Bayern Monaco e Barcellona e torna in Italia a distanza di cinque anni dal suo addio alla Juventus nell'estate del 2015 subito dopo aver perso la finale di Champions League proprio contro i bluagrana.

Il saluto di Arturo

L'Inter nella tarda serata di domenica 20 settembre ha accolto il suo "guerriero" con due post su Twitter, uno con la foto del nuovo calciatore nerazzurro, un altro con un video di saluto ai tifosi da parte del classe '87:

Messi e Suarez congedano Vidal

Vidal ha lasciato il segno nei suoi due anni al Barça e due personalità molto forti come Lionel Messi e Luis Suarez hanno voluto mandare il loro messaggio al cileno: "​Ti ho conosciuto solamente affrontandoci da avversari e mi sei sempre sembrato un fenomeno, ma poi ho avuto la fortuna di conoscerti personalmente e sono rimasto ancora più sorpreso. Sono passati due anni condividendo tante cose, ti sei fatto notare molto e hai dato tanto a questa squadra. Ti auguro tutto il meglio in questa nuova avventura nel tuo nuovo club. Le nostre strade si incroceranno di nuovo, ne sono sicuro".

Anche Suarez ha voluto mandare il suo personale messaggio a Vidal augurandogli il meglio per la sua nuova avventura in nerazzurro: "Averti come rivale era insopportabile per il grande giocatore che sei, ma averti come compagno, amico e conoscete come persona è stato ancora meglio. È stato un piacere aver giocato con un crack come te. Ti auguro tutto il meglio per questa tua nuova avventura".

Anche l'ex Milan, per sei mesi al Barcellona, Kevin Prince Boateng ha voluto fare l'in bocca al lupo al cileno per la sua nuova avventura in maniera pittoresca: "Anche se hai scelto la parte sbagliata di Milano, ti auguro il meglio per la tua nuova esperienza", il messaggio del Boa.

Il centrocampo perfetto

Conte ha ora diversi elementi di qualità, esperienza e quantità per tentare l'assalto al tanto bramato scudetto. Il sogno e la ciliegina sulla torta si chiama N'Golo Kanté anche se difficilmente si potrà arrivare al giocatore francese che il Chelsea valuta tra i 50 e i 70 milioni di euro. Solo la cessione di un big come Brozovic, Eriksen o Skriniar potrebbero finanziare l'arrivo del 29enne transalpino campione d'Inghilterra con il Leicester e del mondo con la Francia. Se dovesse arrivare anche Kanté il centrocampo nearzzurro sarebbe davvero quello desiderato dal tecnico leccese che già così, però, è dotato di diverse alternative per tentare di detronizzare la Juventus dopo nove anni di dominio assoluto.

Capitolo Juventus

Edin Dzeko, Luis Suarez, Edinson Cavani? No, Alvaro Morata. Vista la difficoltà nella trattativa Roma-Milik che ha di fatto bloccato l'arrivo dell'attaccante bosniaco in bianconero Fabio Paratici e Andrea Pirlo hanno deciso di adottare il "piano B" virando su un obiettivo su cui si è lavorato a fari spenti. Il 27enne spagnolo torna a Torino a distanza di quattro anni con il club di Corso Galileo Ferraris che verserà 9 milioni di euro, prestito oneroso, con diritto di riscatto fissato a 45 milioni di euro con la possibilità per la Juventus di rinnovare il prestito per un ulteriore anno. L'ex Real e Atletico non è di certo quell'attaccante che scalda il cuore dei tifosi della Vecchia Signora ma è comunque un ottimo colpo dato che il suo spirito di sacrificio e la sua duttilità permetteranno a Pirlo di variare molto le sue strategie offensive.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?