Juventus, Allegri: "Serve pazienza"

Non si dimostra preoccupato Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, che ha analizzato la sconfitta interna contro l'Udinese nel match di esordio in campionato

Juventus, Allegri: "Serve pazienza"

"Fisicamente stavamo bene, dobbiamo migliorare nella consapevolezza nei nostri mezzi". Non si dimostra preoccupato Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, che così ha analizzato la sconfitta interna contro l'Udinese nel match di esordio in campionato. "Dispiace perdere la prima ma abbiamo tutto il campionato per recuperare", ha commentato il tecnico ai microfoni di Premium Sport. "Forse dovevamo allungarci un pochino di meno - ha aggiunto - su questo dobbiamo migliorare perché con i giocatori che abbiamo il gol può arrivare anche senza che ci sbilanciamo troppo". "La rosa è all'altezza di fare un campionato di primo ordine - ha assicurato Allegri - è normale che quando hai tanti giocatori nuovi ci voglia un attimo per affinare i meccanismi".

Perché all'inizio Coman e non Dybala? Il francese ha fatto una buona partita, gli manca un po' la fase realizzativa", ha spiegato. "Manca un vero sostituto di Pirlo? Continuare a parlare di Andrea, Tevez e Vidal non ha senso. Nel mondo ci sono pochi giocatori come Andrea e chi ce li ha se li tiene. Dobbiamo crescere e magari spostare il gioco da un'altra parte. Siamo forti, possiamo far gol senza doverci per forza disunire". "Pereyra potrebbe essere soluzione sulla trequarti, ma il problema - ha osservato ancora il tecnico - è che in un anno ci sono oltre 50 partite e non può giocare un giocatore solo". Intanto la Juve prova già a correre ai ripari e annuncia il colpo Cuadrado. Parlando ai microfoni di Mediaset Premium, il d.g. della Juventus Beppe Marotta ufficializza, in pratica, l’arrivo in bianconero del colombiano ex Fiorentina. "Tutte le operazioni vengono condivise tra società e allenatore, è chiaro che vogliamo mettere a disposizione di Allegri i migliori giocatori possibili - dice ancora Marotta -.
Poi sta alla bravura degli allenatori, e Allegri è bravo, identificarne i moduli. Cuadrado era stato acquistato dal Chelsea per 35 milioni di euro non più tardi di 6-7 mesi fa. Draxler? Valuteremo quali saranno le opportunità e lui al momento non lo è, perche c’è il veto della società che ne detiene il cartellino. Quindi la vedo dura".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti